L’Ambasciatore Meucci all’inaugurazione del nuovo impianto realizzato da Technip Italy

Il 12 settembre 2018 si è svolta, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Slovacchia, Gabriele Meucci, la cerimonia di inaugurazione della nuova unità di produzione di ammoniaca realizzata a Šaľa, nella Slovacchia meridionale, da Technip Italy, azienda italiana della multinazionale globale TechnipFMC, leader dell’”Engineering and Contracting” nel settore della chimica, raffinazione e petrolchimica. Lo comunica l’ambasciata con una nota.

La nuova mega unità di ultima generazione, con una capacità produttiva di 1.600 tonnellate al giorno, denominata Ammonia 4, va ad ampliare l’attuale complesso per la produzione di fertilizzanti della società slovacca Duslo del gruppo Agrofert situato a Šaľa, nella Slovacchia meridionale. Il nuovo stabilimento, per il quale si stima una vita operativa di 40 anni, va a sostituire il vecchio impianto che l’azienda è stata costretta a chiudere dopo 45 anni di esercizio e 20 milioni di tonnellate di ammoniaca prodotti. Presenti al varo, insieme ai rappresentanti dell’azienda italiana e di quella slovacca, anche il primo ministro slovacco Peter Pellegrini ed il ministro dell’Economia Peter Ziga.

Nel suo intervento il premier ha sottolineato l’importanza dell’azienda per la regione («Più di 2000 impiegati lavorano qui oggi»), e rammentato che quando il governo di allora (un monocolore Smer-SD) si trovò nel 2014 a decidere se concedere o meno un incentivo agli investimenti lo fece considerando «l’annuncio di questa società che in caso di diniego avrebbe costruito l’impianto in Germania o nella Repubblica Ceca». Alla fine, il governo aveva approvato un aiuto a favore di Duslo del valore di 58 milioni da scontarsi in dieci anni sotto forma di sgravi fiscali. Un incentivo che, ha scritto su Facebook il ministro dell’Economia Ziga, si è rivelata essere la decisione giusta e che l’azienda, divenuta «il principale produttore di fertilizzanti in Europa», «potrà utilizzare solo se è redditizia».

L’Ambasciatore Meucci con il premier Pellegrini

Come sottolinea l’ambasciata italiana, «la realizzazione del progetto – per un valore complessivo di 310 milioni di euro – rappresenta un importante risultato per l’azienda, che da anni ha avviato un percorso di penetrazione nel mercato slovacco, sostenuta dall’Ambasciata d’Italia e dalle altre componenti del Sistema Italia nel Paese».

Technip, colosso delle costruzioni e engeneering del settore petrolchimico, ha un fatturato globale di oltre 15 miliardi di dollari, suddivisi in filiali in 48 paesi, con circa 37mila dipendenti. Questo alla Duslo è il primo impianto di produzione di ammoniaca costruito da zero in Europa dopo diversi decenni. Aveva vinto la gara per la commessa Duslo nel 2015.

(La Redazione)

Foto FB/PeterZiga72

 

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.