SNS vuole una nuova imposta sulla Gdo pari al 2% del fatturato

Il Partito nazionale slovacco (SNS), membro della coalizione al governo, vuole imporre dal 2019 una nuova tassa sui rivenditori delle catene commerciali al dettaglio, pari al 2% delle loro vendite. Prima delle elezioni del 2016, secondo fonti citate dal quotidiano Dennik N, si parlava di una imposta del 6%. Anche con l’aliquota ridotta, se fosse pagata solo dai grandi dettaglianti il contributo arriverebbe a 160-180 milioni di euro all’anno, soldi che il ministero dell’Agricoltura (guidato dalla ministra Gabriela Matecna di SNS) vorrebbe mettere in un fondo speciale per pagare campagne di marketing a favore dei produttori alimentari nazionali. Lo stesso ministero prevede anche l’istituzione di un fondo per assicurare gli agricoltori contro il maltempo.

Se la manovra va a buon fine, la tassa sarà quasi certamente traslata sui prezzi di vendita e dunque pagata dai consumatori. Da tempo il leader di SNS Andrej Danko ha giurato battaglia alla Gdo se non vengono aumentati gli spazi sugli scaffali dei punti vendita per i prodotti slovacchi. Secondo Dennik N, Danko avrebbe già discusso dell’imposta con il ministro delle Finanze Kažimir.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.