Pellegrini: Bratislava avrà uno degli stadi più moderni in Europa

Il 4 settembre il primo ministro Peter Pellegrini (Smer-SD) ha visitato il cantiere dello Stadio nazionale di calcio (NFS) a Bratislava, dicendo che presto la capitale avrà «uno degli stati di calcio più moderni in Europa». Il premier ha tuttavia ammesso che la quota di spesa in quota allo Stato necessaria per l’investimento potrebbe alla fine essere più alta di quanto previsto per l’aumento dei costi di costruzione. Il presidente della società investitrice NFS, Ivan Kmotrik, dice che si tratta di adeguamenti del costo del lavoro e delle nuove richieste UEFA che riguardano l’illuminazione del campoi di gioco e alcune parti del complesso che fa da corollario allo stadio. Alla fine, secondo Kmotrik, il maggior costo potrà situarsi tra 7 milioni e 12 milioni in più.

Pellegrini ha detto che sarà necessario parlarne con l’investitore, ma crede che uno stadio che costerà di più quando lo Stato lo comprerà da NFS avrà le caratteristiche più moderne possibili: non vale la pena risparmiare se la struttura non sarà in linea con gli stardard del mondo moderno, ha detto. In ogni caso, il premier dice che la decisione deve essere trasparente, anche se accettare gli aumenti è la cosa giusta da fare. Nel complesso, il costo dello stadio, con i parametri tecnici previsti e i 22.500 posti pianificati, avrà uno dei costi più bassi per posto a sedere.

Il nuovo stadio dovrebbe ricevere l’approvazione finale della commissione entro la fine dell’anno o all’inizio del 2019. Anche se sarà già possibile usarlo per partite di calcio entro l’anno, sarà solo dalla prossima primavera che che sarà usato regolarmente per i match del campionato.

Lo stadio, atteso da tempo, è stato costruito da Strabag Pozemne a Inzinierske Stavitelstvo, che ha garantito il completamento del progetto entro 76 settimane al prezzo di 59,77 milioni di euro. A investire è una società privata, la NFS, ma lo Stato si è impegnato a fornire un contributo di 27,2 milioni di euro e ad acquistare, pagando la differenza, la parte non commerciale della struttura.

Parlando ai giornalisti nella visita allo stadio, Pellegrini ha detto ai giornalisti che il governo sosterrà con forza anche una nuova struttura di eccellenza nazionale per il ciclismo, cosa che è stata già discussa parzialmente al consiglio dei ministri, e colloqui sono stati avviati con il ministero dell’Istruzione e Sport, ma anche con l’Associazione Ciclistica Slovacca, secondo il premier. Abbiamo «stadi di hockey su ghiaccio di prima classe, avremo uno degli stadi di calcio più moderni, il tennis è ben seguito dal Centro nazionale per il tennis di Bratislava», e un progetto simile di centro nazionale per il ciclismo sarà creato a Kosice, che dovrebbe avere caratteristiche di eccellenza per l’allenamento dei ciclisti sia su strada che su pista e anche per la mountain bike. Il complesso dovrebbe attirare anche ciclisti dai paesi limitrofi. Pellegrini ha ricordato che il governo ha aumentato il sussidio statale annuo per le federazioni sportive a 70 milioni di euro. Ma purtroppo, non avendo la Slovacchia infrastrutture sportive integrate, «parte di questo denaro finisce all’estero, dove i nostri atleti vanno ad allenarsi», ha affermato.

(Red)

Foto FB/pellegrini.peter,
FB/nfsbratislava, FB/Slovan Fan

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.