Energia: Slovacchia oggi più preparata in caso di una crisi del gas

Una relazione del ministero dell’Economia che è stata ratificata ieri dal consiglio dei ministri afferma che il paese è oggi più preparato ad eventuali stop nelle forniture di gas rispetto a situazioni come la crisi dell’inverno 2009, quando una disputa tra Ucraina e Russia portò il governo a decretare lo stato di emergenza.

Oggi le strutture di stoccaggio del gas naturale sul territorio slovacco hanno a disposizione oltre 2 miliardi di metri cubi di gas, ovvero più del 48% della capacità complessiva dei serbatoi e oltre il 40% del fabbisogno stimato per un anno. La stagione invernale dunque, tra novembre 2018 e marzo 2019, potrebbe essere completamente assicurata dal gas già presente negli impianti di stoccaggio sotterranei gestiti da Nafta, Pozagas e SPP Storage.

La Slovacchia nel 2017 ha consumato 5,1 miliardi di metri cubi di gas, il 98% dei quali importati dall’estero. Si prevede che la produzione nazionale di gas naturale dai giacimenti estrattivi in essere, pari a soli 90 milioni di metri cubi nel 2017, scenderà ancora nei prossimi anni se non si scopriranno nuovi pozzi.

(La Redazione)

Foto pixabay CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.