Il 28 agosto 1963 fu pronunciato uno dei discorsi più influenti del Novecento

Il 28 agosto 1963 il pastore afro-americano Martin Luther King pronunciava a Washington, negli Stati Uniti d’America, il celebre discorso “I have a dream”. Davanti a lui, in quell’occasione, c’erano più di 200mila persone convinte che tutti potessero beneficiare degli stessi diritti a prescindere dal colore della propria pelle.

Il discorso, che rimase uno tra i più influenti del Novecento, fu pronunciato davanti al Lincoln Center, il memoriale dedicato all’ex presidente statunitense Abraham Lincoln, durante una grande marcia per il lavoro e la libertà. La manifestazione era stata organizzata per chiedere una politica di sostegno dei diritti civili, lavorativi ed economici per la comunità afro-americana negli Stati Uniti.

Martin Luther King era un pastore protestante americano nato ad Atlanta, capitale dello stato federale americano della Georgia, il 15 gennaio 1929. Dopo essersi laureato a Boston, nel 1954 tornò in Alabama nella città di Montgomery per lavorare in una chiesa battista.

Nel 1957 fondò il congresso dei leader cristiani degli stati del Sud, con cui intendeva dare voce agli attivisti afro americani impegnati nella lotta contro la segregazione razziale.

Nel 1963 fu arrestato nella città di Birmingham, in Alabama, in seguito a un’iniziativa di disobbedienza civile. Dal carcere scrisse le famose Lettere dalla prigione di Birmingham, in cui dichiarava e motivava perché andava contro la legge americana.

[…] Continua su TPI.it

Foto Marines.mil/wikimedia CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.