Lucca, arrestati borseggiatori slovacchi. Usavano la figlia di 10 anni

Uno, un giovane slovacco, distraeva le clienti, mentre l’altra, una bambina di dieci anni, le derubava della borsetta o del portafogli lasciati incautamente nel carrello della spesa. Agiva nei negozi, supermercati e grandi magazzini di Lucca questa mini gang composta da zio e nipotina, con l’attenta supervisione dei genitori della piccola, che attendevano fuori in auto.

Padre, madre e zio, racconta Il Tirreno, sono stati arrestati dalla polizia, e processati per direttissima stamane, mentre la minore è stata affidata ai servizi sociali. Gli agenti hanno trovato in auto contanti per circa 2.000 euro, soldi frutto dei reati commessi, in parte occultati dentro la biancheria intima indossata dalla donna. Poco prima, all’interno di un supermercato, una pensionata era stata derubata della borsetta con la pensione appena riscossa, mentre la sera prima una signora aveva subito la stessa sorte nel parcheggio di un’altro market, mentre caricava la spesa in auto. In entrambi i casi le telecamere di sicurezza avevano registrato la presenza della stessa auto, poi dileguatasi dopo i furti.

(Red)

Foto pixabay CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.