Dovera trova centinaia di pazienti con check-up fasulli

La compagnia privata di assicurazione sanitaria Dovera ha scoperto, nell’opera di controllo delle prestazioni sanitarie fornite ai suoi assicurati, che circa 105.000 esami preventivi non sono stati eseguiti correttamente. Il direttore generale di Dovera, Martin Kultan, ha detto a Tasr che nei controlli sui propri clienti sono stati riscontrati 700 check-up preventivi fittizi, esami che non sono mai stati davvero eseguiti, per un valore globale rimborsato dalla compagnia di circa 12.000 euro. Dai documenti presentati, i 700 esami avrebbero dovuto essere compiuti su altrettanti pazienti in quattro dipartimenti ambulatoriali.

Dovera ha istituito di recente, proprio per scoprire queste truffe, una squadra specifica che esegue ispezioni, e che ha rivolto la sua attenzione in particolare a quegli ambulatori su cui si concentrava un numero elevato – sospetto – di persone assicurate che avrebbero dovuto sottoporsi a esami preventivi. Tra i casi riscontrati vi sono anche dei check-up eseguiti in modo non corretto, senza alcun esame di laboratorio, e dunque eseguiti solo su carta ma comunque fatturati alla compagnia di assicurazione sanitaria.

(Red)

Foto pixabay CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.