Agricoltura: raccolti abbondanti malgrado la siccità

L’apertura la scorsa settimana della Fiera dell’Agricoltura e della Produzione alimentare Agrokomplex a Nitra, il più grande evento dell’agroalimentare in Slovacchia, è stata l’occasione per istituzioni e operatori per fare il punto sullo stato del settore e sui raccolti agricoli di quest’anno. La 45esima fiera Agrokomplex, cui hanno partecipato 650 espositori da 12 paesi è stata inaugurata alla presenza, tra gli altri, del primo ministro Peter Pellegrini (Smer-SD) e della ministra dell’Agricoltura Gabriela Matecna (SNS).

Il premier ha detto che gli agricoltori non hanno goduto di un meteo favorevole quest’anno, ma comunque le stime per i raccolti di cereali, frutta e verdura sono abbastanza ottimistiche. I cereali a coltura intesiva dovrebbero dare un raccolto superiore di 120mila tonnellate rispetto all’anno passato, mentre per le sole coltivazioni di grano si prevede che la mietitura possa garantire oltre 200mila tonnellate in più su base annua. Inferiori saranno tuttavia le rese di avena e orzo. Malgrado la Slovacchia non sia totalmente autosufficiente, le colture nazionali di grano, orzo e mais coprono abbondantemente la domanda interna.

Il ministro ha citato nel suo intervento l’influenza, ormai significativa, dei cambiamenti climatici sul lavoro degli operatori agricoli. La scarsa pioggia in primavera limita la produzione estiva di cereali, e i danni al settore dovuti alla siccità valgono decine di milioni di euro. Danni estesi sono stati provocati poi anche dalle inondazioni di luglio sui Tatra, ha detto il ministro. Per combattere queste calamità e i cambiamenti climatici è assolutamente necessaria una gestione efficace delle risorse acquee e del territorio: le aziende agricole, sostiene la ministra, «dovranno investire molto di più in sistemi di irrigazione, canalizzazioni e bacini bacini acquiferi, ha detto Matecna, ricordando che il suo ministero ha dato il via a misure sistemiche per alleviare gli impatti dei cambiamenti climatici sull’agricoltura, stanziando 22 milioni di euro per la costruzione e modernizzazione di sistemi di irrigazione.

Il ministro ha anche citato l’iniziativa annunciata questo mese di un fondo di 50 milioni di euro per aumentare la quota di prodotti slovacchi sugli scaffali dei negozi. Risorse che possono essere utilizzate per la creazione di magazzini, per nuove produzioni e per aumentare l’efficienza produttiva. Matecna ha poi informato che il ministero sta lavorando a un pacchetto di sostegno per le catene di distribuzione, una misura che dovrebbe poter contare il prossimo anno su 70-100 milioni di euro a supporto del marchio di qualità dei prodotti alimentari slovacchi, oltre che per l’implementazione di nuovi sistemi irrigui.

Sempre alla Fiera Agrokomplex che si è conclusa domenica sono stati presentati, con il sostegno della Camera slovacca dell’agricoltura e dell’alimentare (SPPK) alcuni nuovi prodotti alimentari, come oli naturali di papavaero, zucca e noci, vini Tokaj, tè curativi di erbe medicinali coltivate in aree montane, nuove mostarde aromatizzate che presto saranno sugli scaffali dei negozi e vanno incontro ai desideri dei consumatori più esigenti. Tutto completamente made in Slovakia, a partire da una materia prima di qualità. L’organizzazione intende promuovere il prodotto slovacco convincendo i consumatori sul fatto che non ha niente da invidiare ai prodotti stranieri – anzi. «Abbiamo ottimi vini, prodotti caseari nutrienti, carne di alta qualità», dice SPPK, «La carne di maiale della Slovacchia è tra le migliori in Europa, da anni i nostri prodotti alimentari non sono stati toccati da scandali alimentari» che hanno invece toccato altre industrie agroalimentari europee.

PODPORUJEME KVALITNÉ DOMÁCE POTRAVINY

PODPORUJEME KVALITNÉ DOMÁCE POTRAVINY "ZNAČKA KVALITY SK"Na výstave Agrokomplex dávame priestor výrobcom kvalitných domácich potravín Značky kvality SK. Držiteľom tejto značky je už 163 výrobcov s celkovým počtom 1314 výrobkov. Ak si chcete byť istý, že ide o produkt s krajinou pôvodu Slovensko, vsaďte na Značku kvality SK.

Uverejnil používateľ Ministerstvo pôdohospodárstva a rozvoja vidieka SR Sobota 18. august 2018

SPPK ha anche fornito dati sulla produzione di latte, che con il gran caldo che tormenta il paese dalla fine di luglio ha visto una riduzione della resa giornaliera che nel distretto di Nitra ha raggiunto percentuali del 5-10%. Per cercare di dare sollievo agli animali, gli allevatori hanno anche inventato il “pascolo notturno”, dando al bestiame la possibilità di rinfrescarsi nelle ore meno calde.

(Red)

Foto sppk.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.