Europa – Giappone: finita l’era del protezionismo

È stato firmato martedì 17 luglio il nuovo trattato commerciale tra Unione europea e Giappone. Ma cosa prevede l’accordo e quali saranno le novità per i 28 Stati del vecchio continente? – Di Omar Porro.

Addio ai dazi tra Tokyo e gli Stati membri dell’Unione, ma anche novità su temi come ecologia, tutela dei prodotti tipici e innovazione.

Il nuovo accordo commerciale tra Giappone e Europa avrà lo scopo di rafforzare la cooperazione tra i due partner, impegnando le parti anche verso uno sviluppo sostenibile così come previsto dall’accordo sul clima di Parigi.

Un documento, quello firmato a Tokyo dai vertici dell’Unione e dal premier nipponico Shinzo Abe, che aprirà ai consumatori giapponesi il mercato europeo aumentando quindi sia le esportazioni, che le importazioni.

Cosa prevede l’accordo tra Europa e Giappone?

Libero scambio. Queste le parole d’ordine dell’accordo che darà così regole certe al futuro commerciale tra Giappone e Europa.

L’accordo eliminerà la maggior parte dei dazi pagati dalle imprese dell’Unione per esportare in Giappone, oltre a una serie di gabelle burocratiche e normative.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Tutela dei prodotti tipici certificati europei, investimento nell’industria a basso impatto ambientale ma anche regolamentazione del commercio con norme e principi standard.

«Insieme rappresentiamo quasi un terzo del Pil mondiale e ribadiamo l’impegno a sostenere i più alti standard in settori quali lavoro, sicurezza, ambiente e la protezione del consumatore; crediamo in un commercio aperto, equo e basato sulle regole: sarà un vantaggio per entrambi i partner». Così ha commentato il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. Il nuovo documento è stato poi sottoscritto dal presidente del Consiglio Donald Tusk e dal premier del Giappone, Shinzo Abe.

Ma c’è anche dell’altro…

Il summit a Tokyo è stato l’occasione per poter parlare anche dell’attuale, e delicatissima, situazione internazionale.

I tre leader hanno infatti anche discusso della situazione nel Medio Oriente, della difficile questione tra Ucraina e Russia, ma anche della denuclearizzazione della Corea e dell’accordo sull’energia nucleare in Iran. Temi che, volenti o nolenti, coinvolgono tanto l’Unione europea, quanto il Giappone.

(Omar Porro, The Zeppelin cc by nc nd)

Foto UE Council President cc by nc nd

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.