V4: Bratislava vuole cooperazione con Benelux; e Kiev vuole entrare nel gruppo

Durante la sua presidenza del gruppo Visegrad (V4, composto anche da Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia), che durerà fino al 30 giugno 2019, la Slovachcia vuole aprire un dialogo sulle attuali questioni europee di livello economico, e sviluppare una cooperazione con il gruppo di paesi del Benelux (Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo). Come ha riferito il ministero degli Affari esteri, il segretario di Stato slovacco agli Esteri Lukáš Parízek ha incontrato la scorsa settimana l’ambasciatore belga in Slovacchia (con sede a Vienna) Willem Van de Voorde. In vista della conclusione del suo mandato, Parízek ha ringraziato il diplomatico per il contributo dato allo sviluppo delle relazioni tra Slovacchia e Belgio, e ha lodato la cooperazione tra i due paesi a livello bilaterale. Parízek e Van de Voorde hanno sottolineato in particolare il livello stabile di cooperazione economica e la crescita degli investimenti belgi in Slovacchia, principalmente nel settore automobilistico.

Nel frattempo, con la Slovacchia alla guida del gruppo per i prossimi dodici mesi, l’Ucraina spera di rilanciare la cooperazione con i paesi V4, che sono finite in una fase di stallo. Il sogno di Kiev è di trasformare l’organizzazione in un V5. La scorsa presidenza ungherese che si è conclusa a giugno ha ignorato numerose delle proposte ucraine, preoccupata per la nuova legge ucraina sull’istruzione che secondo Budapest viola i diritti umani e delle minoranze. Nel 2004 i quattro paesi Visegrad si erano impegnati ad aiutare i paesi terzi a prepararsi a diventare parte dell’Unione europea e della NATO.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.