Insufficienza cardiaca prima causa di morte tra gli slovacchi

Le cause più comuni di morte dei pazienti negli ospedali slovacchi sono l’insufficienza cardiaca, l’infiammazione polmonare, l’insufficienza respiratoria e l’ischemia (o infarto) cerebrale. A dirlo sono le statistiche del Centro nazionale di informazione sanitaria (NCZI), che nel corso dello scorso anno ha contato 29.991 decessi negli ospedali del paese. Negli ultimi dieci anni l’età media dei decessi è passata dai 76 anni nel 2008 a quasi 78 nel 2017 per le donne, mentre gli uomini ricoverati muoiono più giovani: a 69 anni l’anno scorso, mentre erano 67 anni in media nel 2008.

Nel complesso, in Slovacchia sono stati registrati oltre un milione e duecento mila ricoveri nel 2017 (528.593 uomini e 676.144 donne), un numero leggermente inferiore a quello del 2016 (8.700 casi, 7 decimi di punto percentuale in meno). La predominanza delle donne, dice il rapporto di NCZI, è dovuto ai ricoveri durante le gravidanze, i parti e il post parto.

Tra le cause più frequenti di ospedalizzazione nel 2017 si evidenziano le malattie dell’apparato circolatorio, le malattie dell’apparato digerente e il cancro.

Nel lungo periodo si nota una diminuzione del tempo medio di trattamento in ospedale. Rispetto all’anno precedente il periodo di ricovero è sceso in media da 6,6 a 6,5 giorni, ma è diminuito di 1,2 giorni negli ultimi dieci anni. Il ricovero per malattie cardiovascolari, che rimane la prima causa di ospedalizzazione con il 15,4% del totale (oltre un paziente su sei), ha visto una lieve flessione dello 0,8% annuo, ma più marcata (2,7%) rispetto al 2014. Il 9,5% dei ricoveri riguardava le malattie gastrointestinali, che hanno visto un calo del 4,7% in confronto al 2016. In controtendenza i ricoveri oncologici, il 9,5% di tutti i ricoveri, un numero in crescita dell’1,3%.

Considerando solo i casi di degenza per malattia (quindi non, ad esempio, le degenze legate al parto), le diagnosi più comuni sono state insufficienza cardiaca (26.112 casi), ictus (21.234 casi), cardiopatia ischemica cronica (17.892 casi), fibrillazione atriale e flutter (16.965 casi), calcoli biliari (16.400 casi), mal di schiena – dorsalgia (16.075 casi) e infiammazione polmonare (15.536 casi).

Il numero più alto di ricoveri per 1.000 abitanti si è registrato nelle regioni di Prešov (236,8), Žilina (229,1) e Banská Bystrica (228,1). Quelle di Bratislava e Trnava (entrambe 202,7) sono quelle che ne hanno registrati di meno.

(La Redazione)

Foto Parentingupstream CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.