Nuovo caso di sospetta infezione da morbillo nel distretto di Trebišov

Un altro caso di sospetta infezione da morbillo è stato registrato a Trebišov (nella regione di Košice), in un insediamento rom. Due settimane fa il vicino distretto di Michalovce, nella Slovacchia orientale, aveva dichiarato lo stato di emergenza per un’epidemia di morbillo, e proprio da lì viene il bambino che ora si trova ricoverato in isolamento e che si sospetta non fosse stato vaccinato.

Venerdì 20 luglio l’ufficio regionale di sanità pubblica di Trebišov aveva emesso un ordine per la vaccinazione di gruppo nell’insediamento rom in città, che i medici avevano portato a termine nel corso del fine settimana. Oggetto della decisione sono i bambini da sei mesi fino a dieci anni di cui non si ha documentazione ufficiale che dimostri la vaccinazione contro il morbillo.

Il morbo ha quasi il 100% di probabilità di essere contagioso tra coloro che non sono stati appositamente vaccinati. Il capo del dipartimento di epidemiologia della sanità pubblica a Banska Bystrica ha avvertito che si deve stare attenti a fare i passi giusti, perché anche rispettando regole rigorose l’epidemia potrebbe diffondersi dalla parte orientale anche alle altre regioni della Slovacchia.

Al momento gli infetti sono circa 280, e dal 10 luglio vige lo stato di emergenza nel distretto di Michalovce.

(Red)

Foto worldbank cc by nc nd

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.