Peter Kažimír ritenuto candidato a un posto nell’esecutivo della BCE

Il prossimo anno si libereranno tre posti nel comitato esecutivo della Banca centrale europea (BCE), e il ministro delle Finanze slovacco Peter Kažimír (Smer-SD) sarebbe tra i candidati a occupare una di quelle poltrone. A darne notizia è la rivista The Banker, che facendo un esame dei nomi che potrebbero ricoprire l’incarico definisce il ministro slovacco un “Euroentusiasta”. Il periodico, parte del gruppo Financial Times e molto rispettato nell’ambiente della finanza internazionale, ricorda che Kažimir è tra i più longevi politici europei attivi nelle finanze pubbliche, considerando che al ruolo di ministro in Slovacchia, ricoperto ininterrottamente dal 2002, vanno aggiunti anche gli incarichi precedenti di segretario di stato e di deputato alla commissione Finanze del Parlamento.

I media nazionali avevano indicato alla fine dell’anno e poi di nuovo alcune settimane fa che il ministro ambirebbe a prendere il posto di Jozef Makuch come governatore della Banca nazionale slovacca (NBS), un ruolo tuttavia non in conflitto con la carica in BCE. Anche Makuch, del resto, ha già un ruolo preminente della Banca centrale europea.

Proprio The Banker, del resto, aveva lodato il lavoro di Kažimir, nominandolo “ministro delle Finanze dell’Europa per il 2018”, sulla base di una valutazione della redazione editoriale e di un sondaggio tra autorevoli banchieri ed economisti europei. A lui va il merito, diceva il giornale, del significativo rilancio dell’economia slovacca sin dal suo insediamento come ministro, riducendo in modo significativo il disavanzo pubblico dal 4,3% del PIL nel 2012 allo 0,83% previsto per quest’anno.

(Red)

Foto EU2016SK CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.