I Lupi della Notte fedelissimi di Putin aprono sede europea in Slovacchia

I sostenitori di Putin non dormono mai, tanto meno quelli all’estero. È notizia di questi giorni che i biker del gruppo Lupi della Notte, il club di motociclisti più influente della Russia, nato nel 1989 e che oggi conta circa 5.000 membri ‘patrioti’ e fedelissimi di Putin in tutto il territorio dell’ex Unione Sovietica, hanno appena creato una “filiale”, definita “europea” in Slovacchia.

I “Noční vlci”, come vengono chiamati in lingua slovacca, dalla fine di giugno hanno il loro nuovo club in edifici tinteggiati di fresco e recintati con filo spinato in località Dolná Krupá, non lontano dal castello di Smolenice, regione di Trnava. Località che è conosciuta per ben altri motivi, molto più “alti”: all’inizio dell’800 Ludwig van Beethoven fu ospite del maniero della famiglia Brunswick a Dolná Krupá, e qui conobbe e si innamorò di Giuletta Giucciardi, alla quale dedicò la sonata Al chiaro di luna, presumibilmente composta proprio in una dépendance dell’abitazione.

I Lupi hanno guadagnato molta visibilità negli ultimi anni per il loro viaggio primaverile attraverso l’Europa per recarso ogni anno a celebrare a Berlino il 9 maggio l’anniversario della vittoria sovietica nella seconda guerra mondiale. Nel loro tour, 3000 chilometri che toccano i paesi ex membri del blocco comunista, è sempre prevista una fermata a Bratislava, dove vanno ad onorare al memoriale Slavin (foto) i soldati sovietici caduti per liberare la Slovacchia dai tedeschi, ricevendo sostegno popolare da parte di nostalgici dell’epoca comunista, sostenitori del panslavismo e nuovi supporter del leader forte Putin. I biker sono accusati di sostenere ideologie negative quali nazionalismo, omofobia e una sorta di culto della guerra, una sorta di milizia ausiliaria paramilitare dello Stato russo, ritenuti anche immischiati in via non ufficiale con i separatisti nell’Ucraina orientale e coinvolti nell’annessione della Crimea nel 2014, che hanno poi festeggiato con un raid motociclistico di massa nella penisola.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Proprio in quei paesi dell’Europa centrale, ora membri a pieno titolo di UE e NATO, dove le leadership politiche giudicano i viaggi come una provocazione (la Polonia arrivò a chiudere loro le frontiere per non fare attraversare ai Lupi il suo territorio), vengono preoccupazioni per l’operazione promozionale. L’ambasciata russa in Slovacchia ha confermato questa settimana l’apertura del club europeo dei Lupi della notte, alla cui inaugurazione ha partecipato un suo funzionario.


Putin nel 2009 con i Lupi della Notte

Il portavoce del ministero degli Esteri slovacco ha riferito di un senso di inquietudine per questa mossa, e ha dichiarato che le autorità dovrebbero monitorare e valutare le attività sul suolo slovacco dei motociclisti, che operano per una “riscrittura della storia”. L’iniziativa dei Lupi solleva preoccupazione tra i paesi della NATO, che accusano Mosca di fare uso massiccio delle cosiddette tecniche di “guerra ibrida” come propaganda e attacchi informatici per minare l’Occidente.

(La Redazione)

Foto wikimedia cc by sa
Frame da video CSD Lokomotivy
Foto archive.government.ru cc by

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.