Firmati due nuovi accordi con la Polonia per infrastrutture stradali

Due accordi intergovernativi tra Slovacchia e Polonia sulla costruzione di infrastrutture di trasporto tra i due paesi sono stati siglati lunedì dai rispettivi ministri – lo slovacco Arpad Ersek (Most-Hid) e il polacco Andrzej Adamczyk. Lo scopo è di rendere più fluido e scorrevole il trasporto sulla principali linee di transito nord-sud, unito alla necessità di aiutare lo sviluppo delle regioni di confine.

Oggetto degli accordi, la cui firma è avvenuta al valico di frontiera di Barwinek-Vysny Komarnik, nella Polonia meridionale, sono il collegamento tra due superstrade, la R4 slovacca e la S19 polacca, tra i villaggi Vyšný Komárnik (regione di Presov) e Barwinek in Polonia, e l’edificazione di un ponte stradale frontaliero tra i villaggi di Trstena (regione di Zilina) e Chyzne in Polonia.

Il ministro polacco ha affermato ai media locali che Varsavia e Bratislava «cooperano in maniera intensa per la modernizzazione delle infrastrutture stradali di confine fra i due paesi», con l’obiettivo di «creare un’offerta di transito conveniente e competitiva, sia a livello di trasporti stradali che ferroviari».

Per il ministro slovacco Ersek, «Lavoriamo a stretto contatto con i polacchi per la costruzione di connessioni viarie di alta qualità, aggiungendo nuove sezioni stradali alla via di transito Via Carpatia, e alleviando così il peso del traffico ai vilalggi della zona». Un obiettivo non secondario è poi quello, ha aggiunto il ministro, di favorire la cooperazione  economica e lo sviluppo del turismo in entrambi i paesi.

(Red)


Foto wuhazet/map.io

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.