La sfiducia nella polizia slovacca è la più alta nei paesi UE

Un recente sondaggio Eurobarometro pubblicato in giugno indica che la polizia in Slovacchia è considerata la meno credibile dai cittadini all’interno dell’Unione europea. Oltre la metà degli intervistati slovacchi ha affermato nel mese di marzo di non avere fiducia nella polizia. Il 55% degli slovacchi non si fidava della polizia in Slovacchia, mentre solo il 38% aveva ancora fiducia nell’istituzione, contro una media UE del 73%. In Danimarca il 93% dei cittadini hanno fiducia nella popria polizia. Il livello di fiducia in Slovacchia è sceso di 5 punti percentuali rispetto all’analisi di sei mesi prima.

La scorsa settimana la polizia slovacca ha dato la sua interpretazione della ricerca, dicendo che i risultati del sondaggio sono stati influenzati dalle emozioni che hanno sopraffatto la pubblica opinione in seguito agli omicidi del giornalista investigativo Jan Kuciak e della sua ragazza Martina Kusnirova. Proprio nel mese di marzo l’atmosfera negativa nella società slovacca era al suo culmine, ma da allora sono stati compiuti importanti cambiamenti nella direzione del Corpo di polizia e nel ministero dell’Interno, e altri cambiamenti di persone nella polizia sono attese a breve, ha dichiarato l’ufficio addetto alle comunicazioni della direzione di polizia.

Oggi, secondo la polizia, la gente in Slovacchia si è calmata, e il Corpo di polizia lavora «per aumentare la sua credibilità». Va comunque sottolineato che, malgrado i risultati del sondaggio, la Slovacchia è «considerata un paese sicuro, cosa del resto dimostrata dall’aumento del turismo» e dalle statistiche «sui crimini risolti, come omicidi e reati relativi alla proprietà». Questi dati dimostrano che «la polizia slovacca sta lavoranto correttamente», dice il dipartimento stampa.

Sceondo Transparency International Slovensko (TIS), la strada da percorrere per ripristinare la fiducia nelle forze dell’ordine è chiara: «indagare sui gravi scandali scoperti in questi ultimi anni, compresi quelli politicamente sensibili, e fare la scelta giusta di un capo della polizia affidabile» quando si dovrà fare la nomina in autunno.  In questo rispetto, l’azione penale nei confronti di Marian Kočner e Pavol Rusko, che sono in custodia (il secondo ai domiciliari) in attesa di giudizio, è già un segnale in questa direzione secondo TIS. L’organizzazione nota anche come in genere, dopo grandi attacchi o omicidi la credibilità nella polizia è in aumento: è successo ad esempio in casi recenti in Germania e Svezia.

(Red)

Foto minv.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.