I paesi Visegrad appoggiano i risultati del vertice NATO

I quattro paesi di Visegrad (Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia) hanno pubblicato ieri, mentre a Bruxelles si stava svolgendo il vertice della NATO, una dichiarazione congiunta sull’importanza di una più stretta cooperazione regionale per la difesa nella definizione e attuazione di misure collettive efficaci. Nel documento i quattro paesi sottolineano che un contributo equo alla difesa da parte di tutti i membri della NATO rappresenta un pilastro di unità e solidarietà nell’alleanza militare, e hanno ribadito l’impegno preso per aumentare le loro spese per la difesa al 2% del PIL dei loro bilanci entro il 2024.

Gli stati membri del V4 hanno anche sostenuto l’Iniziativa NATO Readiness Initiative che ha lo scopo di aumentare la prontezza di reazione della forza militare delle truppe della NATO, e sono a favore del cosiddetto approccio a 360 gradi da parte della NATO. Si impegnano a proseguire l’invio di truppe nella missione Resolute Support in Afghanistan, e vogliono che l’addestramento di truppe locali svolto dalla NATO in Iraq sia trasformata in una missione internazionale e venga rafforzata, così come le attività di addestramento svolte da truppe polacche e slovacche nella manutenzione di attrezzature militari sovietiche.

Nella dichiarazione viene visto con favore un allargamento della cooperazione tra NATO e UE, soprattutto nel settore nella mobilità militare, con esercitazioni parallele e coordinate, lotta alle minacce ibride, sicurezza informatica e cooperazione operativa nel Mediterraneo contro l’immigrazione illegale.

(Red)

Foto pixabay CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.