Bratislava, seminario gratuito alla Camit: “Design – strumento per il successo delle PMI europee”

La Camera di commercio italo-slovacca (CAMIT) organizza per il 17 luglio, in collaborazione con il Politecnico di Milano, un seminario in lingua inglese sul tema “Design: uno strumento per il successo delle PMI europee”. L’appuntamento, che sarà ospitato presso la sede CAMIT di Michalská 7, a Bratislava, ha l’obiettivo di aiutare le piccole e medie imprese a migliorare le capacità di gestione e l’efficienza delle risorse, imparare a identificare le nuove tendenze del mercato e trasformare l’innovazione in uno strumento aziendale efficace.

Il seminario si inserisce nell’iniziativa della Commissione europea di un programma di corsi gratuiti in 29 paesi intorno al tema “Design Driven Innovation”. I corsi, tenuti da professori di design e amministrazione aziendale del prestigioso Politecnico di Milano, sono dedicati a sei aree principali:

  • Design, uno strumento per la gestione. Come cambiare le regole della concorrenza, promuovere la creatività e costruire un nuovo processo comune di sviluppo del prodotto.
  • Progettazione come valore aggiunto per prodotti e servizi. Come fornire servizi più efficaci e distintivi, coinvolgere i clienti nel processo di progettazione e convertire le esigenze delle persone in opportunità di mercato.
  • Materiali e tecnologie. Come utilizzare le nuove tecnologie di produzione e i materiali innovativi nell’approccio al commercio delle PMI, e ridefinire i loro prodotti.
  • Sviluppo efficace del prodotto. Come migliorare il design del prodotto attraverso il “lean thinking” e applicare il concetto di eliminazione dei rifiuti, nonché gli strumenti digitali.
  • Design per prodotti / servizi sostenibili. Come sviluppare prodotti più ecologici attraverso la progettazione con strumenti di Life Cycle Assessment e Life Cycle Costing.
  • Progetti di lavoro. Viene fornito un ampio repertorio di altri materiali, inclusi molti casi di studio e alcuni strumenti utili per la gestione dei progetti.

Il Design Thinking, inizialmente adottato da agenzie e studi di design, è diventato un approccio sempre più popolare all’innovazione nel management, tanto che le scuole di business stanno introducendo nei programmi MBA alcuni corsi dedicati allo sviluppo di attitudini e abilità utili a livello aziendale. Il Design Thinking consente di integrare le capacità analitiche con atteggiamenti più creativi basati su un ragionamento più sintetico e diretto. La combinazione di un pensiero analitico e intuitivo rende il processo decisionale più veloce e, allo stesso tempo, più efficace.

La crescente diffusione di questo approccio è dovuta principalmente a tre fattori. In primo luogo, la trasformazione digitale, che non riguarda solo i prodotti ei servizi offerti dalle aziende più innovative, ma richiede forme di pianificazione, produzione e distribuzione di prodotti e servizi che tengano conto della centralità della persona e ai suoi desideri, non solo funzionale ma anche emotivo e sociale. Non è un caso che molte aziende high-tech, come IBM e Dropbox, abbiano ridisegnato il proprio modo di lavorare negli ultimi anni grazie al potenziale offerto dal “design thinking”.

Un altro elemento che ha contribuito alla diffusione del Design Thinking è l’aumento di quella che si può definire una “aspirazione imprenditoriale” nell’immaginario sociale, a causa della significativa crescita di alcune realtà aziendali, in particolare le piattaforme digitali come Facebook, Airbnb o Snapchat. Pertanto, è essenziale per le aziende sviluppare un contesto in cui gli individui possano contribuire ai processi di progettazione che più rispondono ai loro atteggiamenti e inclinazioni. Il Design Thinking consente ai dipendenti di un’azienda di dedicare parte del loro tempo lavorativo allo sviluppo di progetti personali creativi e innovativi.

Infine, la diffusione di nuovi strumenti tecnologici e piattaforme digitali finalizzati alla raccolta di idee con modelli collaborativi basati su crowdsourcing, hackathons o concorso di idee ha facilitato, da un lato, l’accesso a nuove idee, e dall’altro presuppone una maggiore difficoltà nel processo di orientamento ed elezione. Il Design Thinking ci consente di identificare indicazioni e strategie di sviluppo utili sia per l’organizzazione che le promuove sia per l’utente che le utilizza.

..
“Design – uno strumento per il successo delle PMI europee”
Quando: martedì 17 luglio 2018
Dove: Camit, Michalská 7, Bratislava
Ulteriori info sul sito di Camit
Registrazioni qui

(Fonte BDE)

Illustr. pixabay CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.