Ritardi nelle consegne dall’Ucraina, US Steel deve chiudere un forno

I ritardi dei treni che arrivano dall’Ucraina con minerale di ferro stanno creando forti problemi a diverse acciaierie nella regione centroeuropea. Nella fabbrica U. S. Steel Košice stanno mettendo a rischio la produzione di ghisa in quello che è il più grande impianto metallurgico in Slovacchia. Causa principale dei ritardi è il programma di ristrutturazione delle linee ferroviarie in corso in Ucraina, e U.S. Steel ha dovuto chiudere temporaneamente uno dei suoi forni per mancanza di materia prima. Il minerale di ferro che attraversa l’Ucraina copre i due terzi delle necessità della fabbrica slovacca, mentre il resto arriva dall’America Latina, attraverso i porti polacchi, spiega Hospodarske Noviny.

Anche una acciaieria ceca si trova in una simile condizione: lamenta forniture insufficienti di materiale e ha dichiarato di stare utilizzando le scorte di minerale ferroso accumulate in passato, almeno per il momento. Ma ci sarebbero conseguenze gravi per la produzione se questa situazione dovesse protrarsi.

Proprio per riparare alla difficile situazione dell’azienda di Košice, il primo ministro slovacco Peter Pellegrini ha scritto al presidente ucraino Viktor Poroshenko alla fine di maggio. Nella lettera Pellegrini chiede un aiuto per assicurare la regolare fornitura di materie prime strategiche alla Slovacchia.

(Red)

Foto skeeze CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.