Gli slovacchi vorrebbero un welfare forte e più sicurezze sociali

Secondo un sondaggio dell’agenzia Focus realizzato in aprile per l’Istituto conservatore M. Š. Štefánik, la gran parte degli slovacchi vorrebbero un forte stato sociale e non sono particolarmente a favore dell’economia di mercato, semmai sono più per una economia sociale di mercato che dia più certezze e garanzie sociali. Circa otto intervistati su dieci sono convinti che nell’era dello Stato socialista, prima del 1989, si potesse vivere una vita più sicura, con meno crimini violenti, e ci si aiutava di più gli uni gli altri. Inoltre, il 77% è d’accordo con il fatto che allora, grazie all’economia pianificata, c’era abbastanza lavoro per tutti e quindi nessuna disoccupazione.

L’87% delle oltre mille persone intervistate pensano che la salute non sia una merce, e lo Stato debba quindi garantire, finanziare e fornire assistenza sanitaria gratuita per tutti i cittadini. Nella ricerca si può notare che gli slovacchi sono per lo più favorevoli a uno Stato forte nelle questioni socioeconomiche, e meno inclini a sostenere le questioni relative a libertà e democrazia, identificandosi in gran parte con le convinzioni, o i miti, dell’era comunista. Sebbene la maggior parte dei partecipanti all’indagine abbia confessato la sua preferenza per partiti di centro e di centro-destra, sulle questioni economiche sono più vicini a idee di sinistra.

(Red)


Illustr: BS

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.