Pellegrini al ministro Ziga: avanti con la semplificazione per le imprese

Visitando il ministero dell’Economia, il premier Pellegrini ha discusso lunedì con il ministro Peter Žiga di azioni che promuovano l’imprenditorialità e favoriscano l’attività delle imprese. Come ha scritto Pellegrini sul suo profilo Facebook, «Oggi assistiamo a un massiccio afflusso di investimenti, e in Slovacchia vengono creati migliaia di nuovi posti di lavoro, sempre più spesso legati a lavori a più alto valore aggiunto e nelle regioni meno sviluppate. Tuttavia, abbiamo ancora regolamenti inutilmente complicati per le imprese», e a volte «siamo anche “più cattolici del Papa” chiedendo ai nostri imprenditori cose che vanno oltre le regole di Bruxelles».

Pellegrini prosegue dicendo di avere accolto con favore «gli sforzi del ministero [dell’Economia] per semplificare radicalmente la normativa», ad esempio abrogando un vecchio regolamento quando si propone una nuova legge che disciplina il settore del business. «Meno burocrazia, meno documenti, meno regole non necessarie, questa è una delle idee chiave del mio governo». In questa epoca, in cui il ministero dell’Economia può convincere gli investitori a fare investimenti nelle regioni meno sviluppate, e a creare posti di lavoro con un maggiore valore aggiunto nei settori della ricerca e sviluppo, avremo una forza lavoro con personale ben pagato, dando per il futuro una garanzia di stabilità per la nostra economia, ha detto Pellegrini.

Pellegrini ha annunciato l’arrivo di un centinaio di investitori con progetti per un valore complessivo di circa 5 miliardi di euro, alcuni dei quali nelle regioni meno sviluppate. Nei primi mesi di quest’anno, secondo il ministero dell’Economia, dieci investitori hanno pianificato di spendere 200 milioni di euro e creare 2.500 nuovi posti di lavoro. Sette di quei progetti si realizzeranno nella regione di Banská Bystrica. Nel mese di luglio è atteso un massiccio investimento nel grande parco industriale in costruzione a Haniska, vicino a Košice, ha detto Pellegrini, forse destinato alla casa automobilistica tedesca BMW, interessata alla costruzione di un nuovo stabilimento. Il parco industriale sarà uno dei più grandi in Slovacchia con una superficie di 900 ettari.

Il ministro Žiga, secondo il primo ministro, dovrebbe anche lavorare sul graduale abbassamento dei prezzi dell’elettricità per le aziende slovacche, un prezzo che oggi è più alto che nei paesi limitrofi. «Se la Slovacchia vuole rimanere competitiva, deve essere più dinamica anche in questo settore», ha detto Pellegrini.

(Red)

Foto economy.gov.sk
Pellegrini con il ministro Žiga

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.