Detti e proverbi – To nemá hlavu ani pätu!

Gentili lettori di Buongiorno Slovacchia,

nella nostra puntata odierna ho preso di mira una parte del corpo umano: päta o päty (il calcagno o le calcagna) vengono spesso usate nei modi di dire slovacchi, mi piaceva riportarvene alcuni.


Šliapať niekomu na päty

Letteralmente “calpestare le calcagna a qualcuno”, ha il significato di stare addosso, stare a distanza ravvicinata. Da non confondersi con un altro modo di dire, come ci verrebbe da pensare in italiano, cioè con il “pestare i calli a qualcuno”. Ho trovato anche “incalzare” come sinonimo, ma non sono del tutto d’accordo, perché incalzare ha anche il significato di spronare, stimolare e in questo senso Šliapať niekomu na päty non si può usare. Un significato simile ha anche il detto dýchať niekomu na krk, „soffiare sul collo a qualcuno“.


Vešať sa na päty /Lepiť sa na päty

Questo modo di dire, letteralmente “appendersi alle calcagna/incollarsi sulle calcagna”, significa pretendere delle attenzioni e la compagnia [di qualcuno] in modo morboso. Facilmente potrete sentire un bambino più grande che si rivolge bruscamente a quello più piccolo che non la smette di seguirlo a ogni passo: Nevešaj sa mi na päty! Non mi seguire! Perdonatemi l’associazione ma mi tornano nuovamente in mente il Ciuchino e Shrek. Come nel loro caso, a volte grazie all’insistenza si aprono degli orizzonti e può nascere un’amicizia, a volte può succedere che un tale comportamento diventi davvero esagerato e che venga definito come stalking.

Vešať sa na päty /Lepiť sa na päty nella sua forma con il prefisso: zavesiť sa na päty / nalepiť sa na päty può essere utilizzato anche nel senso “pedinare” o “tallonare”, in un linguaggio colloquiale.

Od hlavy po päty

“Dalla testa alle calcagna” dicono gli slovacchi per esprimere il concetto “dalla testa ai piedi” o “da cima a fondo”.

Prezrieť od hlavy po päty

Quando vi fanno quello sguardo indagatore, analizzandovi dalla tinta utilizzata per i capelli a quanto avete speso per le scarpe, in italiano semplicemente vi “squadrano”, in slovacco vi “guardano con attenzione dalla testa alle calcagna”.


Nemať hlavu ani pätu/ Bez hlavy a bez päty

Quando qualcosa è confuso o senza senso, gli slovacchi dicono To nemá hlavu ani pätu! Letteralmente “non avere né testa né calcagno” in italiano si presenta più “animalesco”, trasformandosi nel “non avere né capo né coda”.


Lízať päty

Lízať päty, “leccare le calcagna” vuol dire arruffianarsi, da cui anche la parola pätolizač, il ruffiano.


Nevytiahnuť päty z domu

Quando uno sta rintanato a casa, si tappa in casa, si dice “non tira le calcagna fuori dalla casa”.

Byť tŕňom v päte – “essere una spina nel calcagno”, significa una situazione irrisolta; la spina dal calcagno andrebbe tolta subito!

Byť tŕňom v oku – “essere una spina nell’occhio”, vuol dire essere un oggetto o la causa dell’invidia o del disaccordo, dare fastidio.

Vediamo già che il modo di dire italiano “una spina nel fianco” non corrisponde a nessuno dei due modi di dire slovacchi descritti sopra, perché avere la spina nel fianco significa avere un motivo di grande preoccupazione che dura a lungo e dal quale non ci si riesce a liberare.


Nesiahať ani po päty

“Non arrivare neanche al calcagno” è un’espressione negativa per descrivere una persona (ma anche un oggetto) che paragonata a un’altra, risulta di avere qualità decisamente inferiori. “Quello? Quello non gli lega neanche una scarpa!”, dicono gli italiani. Henten? Ten mu nesiaha ani po päty!

Kto nemá v hlave, má v pätách

Questo sicuramente è uno dei detti preferiti dalle mamme, per insegnare ai bambini che è più facile usare le gambe che il cervello, ma anche più dispendioso: “Chi non ha testa, ha gambe” perché si sa, il tempo è danaro, čas sú peniaze.

(Michaela Šebőková Vannini – vedi il suo blog)

Foto bengillam cc by nc nd, Hans CC0, rawpixel CC0
Wild0ne CC0, PaoChu CC0, Foto ZaydaC CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.