Governo: la Presidenza slovacca di Visegrad avrà tre priorità

In un documento approvato dal consiglio dei ministri ieri, l’esecutivo di coalizione slovacco delinea la presidenza slovacca del Gruppo Visegrad (V4 / Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia), che inizierà il 1° luglio 2018 e durerà un anno. La politica di presidenza da parte della Slovacchia sarà basata, dice il documento strategico, su tre priorità principali: una Europa forte, un ambiente sicuro e soluzioni intelligenti.
Il rapporto, preparato dal Ministero per gli Affari esteri ed Europei, che porta come titolo il motto “Un Visegrad dinamico per l’Europa”, riprendendo quel “Un Visegrad dinamico” della precedente presidenza di quattro anni fa, ha l’obiettivo di sottolineare un chiaro orientamento dei paesi Visegrad verso l’Europa come area importante per l’ulteriore sviluppo dell’intera regione. La presidenza slovacca del V4 partirà dai risultati delle presidenze precedenti, prendendo il testimone da Budapest e cercando un maggiore coordinamento con Praga, che seguirà la Slovacchia alla testa dell’organizzazione.

Per avere successo, dice il ministero degli Esteri, la presidenza slovacca dovrà rispettare tre posizioni generali: il sostegno dove possibile dell’unità del gruppo, cercando una posizione unitaria per promuovere a livello europeo le istanze dei quattro paesi; soluzioni e progetti vantaggiosi da realizzare insieme per avere un impatto positivo sui cittadini dei paesi membri; e infine il rispetto delle differenze, cercando il consenso nel pieno rispetto degli interessi nazionali.

La Slovacchia avrà come obiettivo principale di questo suo mandato annuale a capo del V4 l’ottenere risultati concreti per le persone che vivono nei quattro Stati.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.