Il Parlamento condanna a larga maggioranza estremismo, intolleranza e odio

Il Parlamento slovacco ha approvato mercoledì con un’ampia maggioranza bipartisan di 129 voti una risoluzione in cui si esprime preoccupazione per le crescenti manifestazioni di estremismo, intolleranza e odio nella società. Manifestazioni che sono «culminate di recente in una serie di episodi violenti, purtroppo spesso diretti contro i più deboli, i più anziani, le donne e gli stranieri». La dichiarazione, presentata al Parlamento dalla presidente della commissione Affari esteri Katarina Csefalvayova (Most-Hid), rivendica la storia della Slovacchia come paese pacifico e ospitale, che deve fermare al più presto tutti i tentativi di sopprimere i valori su cui si fonda il paese.

Nel documento si legge che «L’estremismo e la xenofobia aspirano ad occupare sempre più spazio nell’ambiente pubblico, sui social network, nelle strade e, sfortunatamente, nella politica». Se non ci ci opponiamo ora ad essi, «il numero di questi episodi crescerà con conseguenze terribili per il nostro Stato e la nostra società». I sondaggi mostrano che negli ultimi dieci anni è chiaramente cresciuto il sentimento di ostilità dell’opinione pubblica nei confronti delle persone di un’altra razza, cittadinanza o religione. Sentimenti che oggi più facilmente che in passato da semplici parole si trasformano in azioni violente, ed è quindi «necessario condannare in modo chiaro e risoluto tali manifestazioni» con una risoluzione del Consiglio nazionale della Repubblica slovacca.

Ricordando anche l’uccisione del filippino Henry John Acorda, morto in seguito a una brutale aggressione per aver difeso due donne dalle molestie nel centro di Bratislava, la dichiarazione esorta a fare tutto il possibile per far sì che la Repubblica Slovacca, rimanga «uno Stato basato sui valori di libertà, democrazia e tolleranza in modo che tutti i suoi cittadini e visitatori con buone intenzioni si sentano bene e al sicuro».

Hanno votato a favore della risoluzione anche tutti i deputati presenti del Partito popolare Nostra Slovacchia (LSNS), prima formazione di estrema destra a entrare nel Parlamento slovacco.

(Red)

Foto nrsr.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.