Disavanzo pubblico nel 2017 all’1%, il più basso di sempre

Lo scorso anno il disavanzo delle finanze pubbliche della Slovacchia è sceso all’1,04% del PIL, per una somma di 884 milioni di euro. Si tratta del rosso più basso mai registrato dal paese nei suoi 25 anni d storia. La cifra di cui sopra è indicata nello stato finale delle finanze pubbliche per il 2017, documento che è stato approvato oggi dal Parlamento. Inizialmente, il ministero delle Finanze aveva previsto un deficit all’1,29%, ma poi anche grazie agli sviluppi molto positivi dell’economia, è riuscito a fare meglio. In media, il disavanzo dei paesi membri dell’UE nel 2017 è stato pari all’1%. Insieme a un miglior consolidamento dei conti, anche il debito pubblico è stato ridotto, per il quarto anno consecutivo, al 50,9%, giù di 1 punto percentuale su base annua, contro una media UE dell’81.

La crescita del PIL nazionale del 3,4%, la creazione di 51.000 nuovi posti di lavoro e un tasso di disoccupazione sceso all’8,1% alla fine dell’anno, oltre a effetti positivi dalla raccolta fiscale e maggiori entrate da assicurazione pensionistica e sanitaria, per oltre 250 milioni di euro in più del previsto, sono gli elementi che hanno permesso di ridurre il deficit pubblico. Nel documento approvato si cita un attivo di più di 450 milioni tra autorità locali e regionali.

(Red)


Foto edar/CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.