Andrej Babiš fa causa contro la Slovacchia alla CEDU

Il primo ministro ceco Andrej Babiš avrebbe avviato una causa contro la Slovacchia presso la Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) a Strasburgo, per il rifiuto, sancito dalla Corte Suprema slovacca a inizio giugno, di cancellare il suo nome dalla lista degli agenti dell’ex polizia politica ŠtB della Repubblica socialista cecoslovacca.

Questo è, per ora, l’ultimo capitolo di una contesa che si trascina da diversi anni e che vede il miliardario e politico ceco di origine slovacca negare di essere mai stato un agente comunista e di essere stato elencato negli elenchi ufficiali in modo falso e fraudolento. Egli ha ammesso di avere incontravo poliziotti di ŠtB quando era impiegato in una società di commercio estero della Cecoslovacchia, ma di non aver mai accettato di collaborare con loro.

Nel mese di febbraio il tribunale regionale di Bratislava aveva respinto il ricorso di Babiš contro una precedenza sentenza che dava ragione all’Istituto per la memoria della nazione (ÚPN), istituzione statale slovacca che gestisce gli archivi storici di epoca comunista.

Lo scorso anno la Corte costituzionale slovacca aveva annullato precedenti sentenze di altri tribunali che avevano accettato le affermazioni di Babiš sull’inserimento erroneo e artificioso del suo nome nei registri.

Secondo i documenti storici in possesso di (ÚPN), Andrej Babiš sarebbe stato reclutato nel 1980, prima come confidente per essere in seguito promosso ad agente nel 1982 con il nome in codice “Bures”. Esistono otto annotazioni nei registri di incontri con lui di funzionari ŠtB.

Il premier ceco, nato e vissuto a Bratislava fino alla scissione della Cecoslovacchia, figlio di un diplomatico cecoslovacco, sosteneva di essere stato erroneamente inserito nell’elenco. Il processo, intentato da una causa intentata dal politico, al tempo solo uomo d’affari, andava avanti dal 2012.

(Red)

Foto NATO cc by nc

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.