La Slovacchia è un paese sicuro per i turisti? La Germania dice no

A seguito della recente uccisione del cittadino filippino Henry John Acorda, aggredito a morte a Bratislava il 26 maggio, il ministero degli Affari esteri della Germania ha emesso un comunicato per avvertire i turisti di un maggiore tasso di criminalità nelle destinazioni turistiche in Slovacchia. A Bratislava, negli Alti Tatra e nelle località termali, sono comuni i crimini minori, come borseggi e i furti d’auto, e anche negli alberghi i furti non sono rari, dice la nota. Inoltre, la violenza è recentemente aumentata nel centro della capitale e ci sono stati alcuni casi di crimini contro gli stranieri. Il ministero tedesco raccomanda particolare cautela nell’area della strada Obchodná, in centro storico, dove Acorda è rimasto vittima del suo assalitore slovacco.

Il documento avverte che ultimamente ci sono segnalazioni di incidenti nei nightclub nel centro di Bratislava, con le cosiddette sostanze “knock out”. Si tratta di sostanze in forma liquida o in polvere, che i criminali utilizzano mescolate nelle bevande per provocare svenimenti e perdita di memoria per diverse ore nelle loro vittime, e quindi commettere reati come il furto o abusi di natura sessuale.

Il ministero tedesco avvisa anche i turisti che viaggiano in auto sul rischio di furto, in particolare di auto nuove dei marchi premium tedeschi con targa straniera, anche se hanno l’immobilizzatore elettronico. Da qualche tempo, sull’autostrada tra Brno e Bratislava, ci sono stati casi di furto d’auto con il cosiddetto “trucco dell’avaria”.  Un’automobile di passaggio avverte un automobilista che ha una gomma a terra. Quando questi di ferma sul ciglio della strada ed esce dal veicolo per controllare, i ladri gli rubano l’auto o gli oggetti all’interno (portafogli, borse, telefoni cellulari, eccetera). Casi simili sono stati segnalati nelle aree di sosta e nelle stazioni di servizio nella città di Bratislava, Brno, Praga, Vienna, Budapest, Trnava e Žilina. In altri casi, le auto lasciate incustodite nelle stazioni di servizio hanno subito danni, ad esempio, tagli dei pneumatici. Poi i ladri hanno offerto il loro aiuto e hanno approfittato della situazione di emergenza per rubare oggetti di valore dall’auto.

Cosa dicono le statistiche di polizia sul crimine a Bratislava?

Nell’ultimo anno, il più alto numero di crimini si è verificato nel distretto di Bratislava I, che comprende la Città Vecchia (Staré Mesto): 2,6 crimini per 1.000 abitanti. Segue il distretto di Bratislava III (Nové Mesto, Rača e Vajnory): 1,65 reati per 1.000 abitanti; mentre il numero più basso è stato registrato nel distretto di Bratislava V, che comprende anche il distretto di Petržalka.

Nelle statistiche, tuttavia, non viene preso in considerazione il fatto che il numero di turisti è molto più elevato nella Città Vecchia rispetto ad altre parti della città. In particolare, l’anno scorso si sono verificati sei crimini violenti in via Obchodná, dove sono presenti numerosi ristoranti e locali: due casi di aggressione fisica, due di minacce e due attacchi contro funzionari pubblici. I crimini si verificano più spesso intorno a mezzanotte e nelle prime ore del mattino dei fine settimana, come è capitato nel caso di Acorda.

Nel 2017, l’allora Ministro degli Interni Robert Kaliňák (Smer-SD) e il capo del Corpo di Polizia Tibor Gašpar avevano annunciato un forte calo nei crimini: 66.215, la cifra più bassa registrata in 25 anni di indipendenza della Slovacchia.
– 6.132 casi di reati violenti, di cui il 76% è stato risolto;
– 57 casi di omicidio (39 risolti);
– 25.154 reati contro la proprietà (41,6% risolto);
– 5.734 reati di evasione fiscale e fiscale, di cui 4.082 (71,2%) sono stati risolti.

Kaliňák e Gašpar avevano attribuito la diminuzione dell’attività criminale alle varie misure preventive attuate dalle autorità e all’attività svolta dalla polizia. Tuttavia, vi è un dato allarmante: le statistiche della polizia si riferiscono solo a casi gravi di violenza e solo a casi regolarmente segnalati. Diversi reati, come atti di vandalismo nei luoghi pubblici del centro, non sono nemmeno denunciati, perché le vittime sono riluttanti, considerato i tempi lunghi della giustizia e la difficoltà di identificare e punire i colpevoli in modo efficace.

(Fonte BDE)

Foto peter89ba CC0
thiisbossi cc by sa, phtorxp CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.