Espulsi dodici vietnamiti entrati illegalmente in Slovacchia

La polizia slovacca lo scorso venerdì ha arrestato ed espulso dal paese dodici cittadini vietnamiti che erano stati fermati nel distretto di Snina, poco distante dal confine ucraino, perché senza documenti. La polizia di frontiera, in collaborazione con l’Unità nazionale per la lotta all’immigrazione illegale, ha stabilito che i vietnamiti erano entrati in Slovacchia dopo aver attraversato illegalmente la frontiera con l’Ucraina, che è anche frontiera esterna dell’UE.

Quattro membri del gruppo di stranieri sono stati espulsi dopo un giudizio per direttissima in quanto già in precedenza diffidati dal rientrare nel paese. Per gli altri otto una semplice espulsione amministrativa, cui si accompagna il divieto di entrare nel territorio slovacco e nel territorio di altri Stati membri dell’UE, ha informato la polizia distrettuale.

(Red)

Foto minv.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.