La Slovacchia ha emesso il suo primo bond sovrano a 50 anni

Il 5 giugno scorso, per la prima volta nella sua giovane storia, la Slovacchia ha fatto una nuova emissione di obbligazioni sovrane da 50 anni per un valore di 1 miliardo di euro, con un tasso di interesse annuo del 2,25%, e da 10 anni per 500 milioni di euro con tasso superiore all’1% all’anno.

La vendita, cui hanno partecipato più di 150 investitori, è stata gestita da un consorzio di banche che comprende Barclays (B & D), Citi, Slovenská sporitelna (Erste Group) e Tatra banka (International Raiffeisen Bank Group). La richiesta di obbligazioni ha superato l’offerta tre volte, ha detto il ministro delle Finanze Peter Kažimír presentando il titolo, che è stato venduto molto rapidamente, in poche ore.

Gli investitori sono ben diversificati sia geograficamente che per tipologia e settore di attività: per l’obbligazione a 50 anni, la maggior parte degli acquisti è stata fatta da Austria e Germania (42%), e poi Regno Unito (19%), Italia e Spagna (19%), Paesi nordici (6%), CEE (6%) e altri paesi(8%). Oltre la metà dei compratori (56%) sono gestori di fondi, il 22% assicurazioni e fondi pensione, il 13% banche private.
Quando al prestito decennale, Austria e Germania hanno acquisito il 30% dell’offerta, seguiti da CEE (16%), Regno Unito (14%), Benelux (13%), Paesi nordici (12%), Francia ( 9%) e altri (6%). Si trattava di gestori di fondi (38%), banche private (38%), banche centrali e istituzioni ufficiali (13%), fondi assicurativi e pensionistici (9%), altri (2%).

Con questa operazione, la Slovacchia è il primo paese dell’Europa centrale e orientale tra i nuovi membri dell’Unione europea che ha emesso un’obbligazione a 50 anni. Solo cinque paesi dell’UE – Spagna, Belgio, Francia, Italia e Irlanda – hanno fatto simili operazioni.

(Fonte BDE)


Foto lorenzoc/CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.