Sabato nella chiesa di San Ladislav a Bratislava i funerali del filippino massacrato

La cerimonia funebre per il trentacinquenne filippino Henry John Serafica Acorda, morto per le ferite riportate in una aggressione brutale nel centro di Bratislava, si terrà sabato 9 giugno alle 13:00 nella chiesa di San Ladislav, nel centro cittadino, dove si celebrano le sante messe in lingua inglese per la comunità di cattolici da tutto il mondo.

La funzione sarà diretta da padre Benjamin Kosnac, che è a capo della comunità di lingua inglese e conosceva personalmente Acorda. Il sacerdote è stato incaricato direttamente dall’arcivescovo di Bratislava Stanislav Zvolensky, che ha incontrato ieri alcuni parenti stretti della vittima. Il vescovo ha detto in seguito di essere «rimasto profondamente commosso dal dolore di queste persone, e anche dalla testimonianza della loro fede sincera che è dimostrata dalle loro parole e comportamento».

Zvolensky ha aggiunto che si tratta di cristiani umili e miti che sopportano la tragedia senza provare odio o desiderio di vendetta, e li ha ringraziati per la testimonianza di Henry Jehn, che ha cercato di difendere due donne dalle molestie di quello che è poi divenuto il suo omicida. L’arcivescovo ha detto di aver provato un «senso di vergogna» e di avere loro chiesto perdono».

La salma di Acorda sarà trasportato nelle Filippine dopo il funerale con un aereo del governo slovacco, sul quale saranno rimpatriati anche i suoi parenti. Il ministro dell’Interno Denisa Sakova ha informato di avere in programma una discussione per un risarcimento economico alla famiglia. Un collega e amico di Acorda, il britannico Jack Tranter, ha organizzato nei giorni scorsi una una raccolta fondi online per i famigliari della vittima, raccogliendo quasi 14mila sterline.

Henry John Serafica Acorda lavorava a Bratislava per IBM. Nella notte di sabato 26 maggio era in compagnia di un’amica, anch’essa filippina, che è stata molestata sulla via Obchodna, a pochi passi dal centro storico della capitale slovacca da un uomo slovacco di 28 anni di Dunajska Streda. Quando Acorda si è messo tra lui e la donna, Juraj H. lo ha assalito, scaraventato a terra e preso a calci in testa anche dopo che era rimasto senza sensi. È morto per emorragia cerebrale cinque giorni dopo, il 31 maggio, all’ospedale di Ruzinov. L’ambulanza era arrivata sul posto solo 15 minuti dopo il fatto.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Lo slovacco è stato prima arrestato e poi rilasciato, per poi essere di nuovo fermato e tenuto in custodia in attesa di processo. L’accusa per lui è di omicidio colposo, un reato che prevede pene da 7 a 12 anni di carcere. La vicenda ha provocato emozione e rabbia tra gli stranieri che vivono a Bratislava, e accese discussioni da parte di tutte le parti politiche, della coalizione di governo e dell’opposizione.

Il ministero degli Esteri filippino si è mosso per aiutare la famiglia che è volata in Slovacchia e facilitare il rimpatrio delle spoglie in patria di Acorda. Nel frattempo, il consolato filippino in Slovacchia ha discusso del caso con gli avvocati locali. Il vice ministro degli Esteri filippino Alan Peter Cayetano ha assicurato la famiglia che «faremo tutto il possibile per garantire che i responsabili della sua morte siano assicurati alla giustizia».

La manifestazione popolare dal titolo “Spravodlivosť pre Henryho” (Giustizia per Henry), che si doveva tenere ieri su piazza SNP a Bratislava, è stata spostata a domani venerdì 8 giugno a causa dell’acquazzone che ha spazzato la città. Anche il luogo del ritrovo è stato spostato in queste ore a Hodžovo námestie, la piazza del palazzo presidenziale. Qui i dettagli.

Intanto, oggi la polizia ha scritto su Facebook che si sta occupando dei molti messaggi di odio ed espressioni estremiste che sono spuntate su internet dopo l’aggressione ad Henry John Acorda. Pur spiegando di non poter dare più dettagli per non mettere a repentaglio le indagini, il comando centrale della polizia scrive: «Avvertiamo tutti i cittadini che affronteremo qualsiasi discorso di odio in conformità con le leggi applicabili».

NENÁVISTNÉ PREJAVYV súvislosti so smrťou pána Henryho sme zaznamenali nenávistné až extrémistické prejavy na…

Uverejnil používateľ Polícia Slovenskej republiky 7. jún 2018

(Red)0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.