Maroš Šefčovič possibile candidato socialdemocratico a capo della Commissione UE

Il vicepresidente della Commissione europea Maroš Šefčovič è il candidato del partito Smer-SD come futuro presidente di quello che si può definire il “governo” dell’Unione europea. Lo ha detto lunedì il segretario generale del partito Viktor Stromcek, annunciando che il nome di Šefčovič sarà proposto come candidatura “forte” ai socialisti europei, che in quest’ultimo periodo non hanno alcuna carica di primo livello nelle istituzioni europee, tutte in mano ai popolari (Juncker, Tusk, Tajani). Il partito ne ha discusso in una riunione di direzione lunedì, e «le reazioni sono state molto positive», secondo Stromcek.

L’interessato, che oggi gestisce l’agenda energetica dell’Unione, ha ammesso di voler provare a correre per la presidenza, per andare a sostituire Jean Claude Juncker il prossimo anno, quando nascerà la nuova squadra della Commissione UE dopo le elezioni per il Parlamento europeo previste per il maggio 2019. Pur restando in attesa di conoscere tutte le procedure necessarie per candidarsi, Šefčovič ha detto che «farò tutto quanto è in mio potere per ottenere un sostegno sufficiente dai partiti socialdemocratici per partecipare al processo di candidatura». L’obiettivo di questa impresa «è rafforzare la cooperazione tra nuovi e vecchi Stati membri», ha affermato il commissario, che per avere sostegno sufficiente dai socialisti europei deve sperare che il PSE ottenga il maggior numero di mandati alle elezioni europee.

Al momento, lo slovacco ha già incassato il sostegno dei socialdemocratici di Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Slovacchia e Bulgaria, che si sono incontrati tutti insieme a Bratislava lunedì. A lanciare la campagna per Šefčovič sono stati i socialdemocratici cechi, che si impegnano a cercare altre alleanze in Europa.

Il primo ministro slovacco Peter Pellegrini, vicepresidente di Smer-Sd, ha garantito il suo pieno appoggio a Maroš Šefčovič, che «è un politico eccellente che ha dimostrato le sue qualità e abilità in tutte le posizioni di livello europeo».

(Red)

Foto EU Parliament CC BY NC ND

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.