Filippino aggredito a morte a Bratislava. Aveva difeso una donna dalle molestie

Un cittadino di origine filippina è rimasto ucciso la scorsa settimana nel centro di Bratislava, in seguito alle ferite subite da un aggressore di nazionalità slovacca. L’uomo, un 28enne residente nel distretto di Dunajska Streda, regione di Trnava, identificato come Juraj H., era stato arrestato dalla polizia sulla scena del crimine, ma un pubblico ministero della procura distrettuale lo aveva fatto rilasciare, non avendo individuato ragioni sufficienti per tenerlo in custodia. L’incriminazione era per il reato di aggressione con danni fisici, e il rilascio è stato ordinato non vedendo rischi di reiterazione del reato. Sabato 2 giugno la polizia lo ha di nuovo arrestato e questa volta accusato di omicidio colposo, un reato che prevede pene detentive da 7 a 12 anni. Lunedì 4 giugno gli è stata confermata la detenzione cautelare in attesa di giudizio con sentenza del tribunale distrettuale Bratislava I.

Il sindaco di Bratislava Ivo Nesrovnal, e anche il sindaco della Città Vecchia Radoslav Stevcik, hanno condannato l’aggressione, avvenuta sulla strada Obchodna, e quest’ultimo ha chiesto un rafforzamento delle pattuglie di polizia nel centro storico della città.

Il primo ministro Peter Pellegrini ha detto che non si può tollerare che gli assassini siano liberi di circolare per le strade slovacche, ed ha auspicato che l’aggressore sia incarcerato e condannato presto, con un processo veloce ed efficiente che non arrivi a sentenza solo «tra un anno».

Il ministro dell’Interno, Denisa Sakova, ha dichiarato sostegno ai soccorritori, ai poliziotti e ai medici che hanno fatto il possibile per salvare la vita della vittima fino all’ultimo minuto. Sakova si è augurata che l’aggressore sia assicurato alla giustizia e punito duramente, e ha partecipato a un incontro al municipio di Bratislava volto a rafforzare le misure di sicurezza nelle strade della capitale durante la stagione turistica.

Il filippino Henry John Serafica Acorda, di 36 anni, lavorava da anni presso il centro servizi internazionali IBM nel centro di Bratislava. Nella notte di sabato 26 maggio era intervenuto per difendere una donna che era stata molestate da un uomo, Juraj H., che lo ha brutalmente assalito e preso a calci in testa anche dopo che era a terra senza sensi. È morto in seguito alle ferite per emorragia cerebrale giovedì 31 maggio all’ospedale di Ruzinov.

L’accaduto ha dato il via a proteste da parte di diversi politici dell’opposizione e non, cui si è rivolto il procuratore generale Jaromir Ciznar quando ha chiesto di smorzare i toni. Ciznar ha detto che il suo ufficio ha preso i provvedimenti del caso, presentando una mozione per rimandare in galera l’omicida e, prendendo l’iniziativa di avviare una indagine sull’azione del procuratore distrettuale che aveva rimandato a casa l’aggressore. Se vengono scoperte delle carenze nel suo operato, «se ne assumerà la responsabilità», ha detto la procura generale. Ciznar ha inoltre invitato il ministro della Giustizia Gabor Gal (Most-Hid) a non interferire con le azioni dell’Ufficio del PG, poiché non ha il potere di farlo.

Ženy, ktorých sa zastal boli moje 2 kolegyne. Zbierku pre jeho rodinu, ktorá sa s ním už ani nestihla rozlúčiť môžete podporiť aj vy. Všetko sa počíta….

Uverejnil používateľ Mirka Stančeková 3. jún 2018

Per domani 6 giugno è stata indetta una manifestazione, che si svolgerà sulla piazza SNP della capitale a partire dalle ore 18. L’evento si intitola “Giustizia per Henry”, “Spravodlivosť pre Henryho“.

Una prima manifestazione spontanea si è svolta il 1° giugno nel luogo dell’aggressione (vedi sotto). La famiglia di Acorda, spiega The Slovak Spectator, è volata in Slovacchia dopo la morte dell’uomo, e un suo caro amico, il britannico Jack Tranter, anch’egli espatriato a Bratislava, ha organizzato una raccolta fondi attraverso un sito web di crowdfunding raggiungendo quasi 14.000 sterline in queste ore.

Zúčasnili sme sa tichej spomienky o 18:00 na Obchodnej ulici

Uverejnil používateľ Za slušné Slovensko 1. jún 2018

 

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.