Un progetto web offre argomenti contro estremismo e bufale

L’associazione civica Ľudia proti rasizmu (Persone contro il razzismo) ha aperto la scorsa settimana un sito web interattivo che tratrerà di questioni che riguardano l’estremismo di estrema destra, le comunità di persone che sono inclini al complottismo, la disinformazione (chiamata a volte informazione alternativa) e le fake-news sulle minoranze etniche. Il sito Argumentuj.sk, che è sostenuto dall’Ambasciata degli Stati Uniti in Slovacchia, ha inoltre una sezione pensata specificamente per gli insegnanti delle scuole secondarie, dando loro strumenti per combattere le discriminazioni e le false notizie tra gli studenti. La responsabile dell’associazione, Irena Bihariova, che si è di origine rom, ha detto di avere ricevuto spesso lamentele da parte degli studenti sul fatto di non avere argomenti da opporre nelle discussioni online, sui forum e sui social networks, che riguardano quei temi sensibili. «Mancano loro i fatti basilari», ha detto Bihariová, spiegando che i professori si trovano ad affrontare discussioni con i ragazzi su notizie «da discutibili canali estremisti» anche durante le lezioni di storia ed educazione civile. Il sito offre brevi risposte «ai miti più comuni» e alla propaganda sull’estremismo e le minoranze. Il progetto Argumentuj.sk è arrivato in finale in una competizione lanciata lo scorso anno da un appello del presidente Andrej Kiska contro l’estremismo, finendo tra i primi cinque su 139 iniziative presentate.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.