SNS spinge su voucher turistici e IVA al 10% per gli alberghi dal 2019

Una proposta del Partito nazionale slovacco (SNS) per ridurre l’IVA al 10% e introdurre ‘buoni vacanza‘ per i dipendenti dovrebbe essere presentata a settembre ed entrare in vigore nel gennaio 2019. Il capo di SNS Andrej Danko ha incontrato anche su questo tema i rappresentanti delle associazioni turistiche, e il sottosegretario al ministero dei Trasporti Peter Durcek (candidato di SNS) ha dichiarato che altri incontri seguiranno con lo scopo di discutere più in profondità le due misure che hanno l’obiettivo di rilanciare il turismo in Slovacchia. Il 10% di IVA andrebbe applicato infatti ai servizi di alloggio turistico, che oggi scontano una imposta sul valore aggiunto del 20%, mentre i buoni sarebbero utilizzabili nelle strutture turistiche del paese. I provvedimenti saranno inclusi nel prossimo pacchetto governativo di misure insieme a iniziative sociali come l’esenzione delle imposte sui pannolini o sui prodotti alimentari per i neonati.

Secondo Durcek i buoni per il tempo libero saranno una misura volontaria, da regolarsi sulla base di un accordo tra il datore di lavoro e il lavoratore, come nel caso dellla 13esima e 14esima mensilità recentemente adottata dal Parlamento come forma volontaria di integrazione salariale. I voucher, che saranno esentasse, dovrebbero funzionare un po’ come i buoni pasto, e in futuro potrebbero essere uno degli elementi della contrattazione collettiva per le grandi aziende. Ogni buono avrebbe un valore di 500 euro, coperto al 55% dal datore di lavoro e integrato per il resto dal dipendente. Ai voucher, che saranno spendibili solo in Slovacchia, avrebbero diritto solo i lavoratori con una anzianità di due anni presso lo stesso datore di lavoro. Nel primo anno di applicazione, le stime più misurate parlano di un potenziale beneficio di un quarto di milione di euro per gli operatori turistici.

Danko, che ne ha già parlato con il ministro delle Finanze Peter Kazimir (Smer-SD), crede possibile in questo modo portare in prospettiva diversi milioni di euro nel settore del turismo. Un comparto che in Slovacchia è stato molto sottovalutato e invece il partito SNS vuole portare in primo piano, seguendo l’esempio di altri paesi vicini, come l’Austria, che con il turismo producono una parte sostanziale del PIL nazionale.

(Red)

Foto slrjester cc by

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.