Indagine EU SILC 2017: 650.000 slovacchi a rischio povertà. Va peggio per disoccupati e famiglie con oltre 3 figli

Secondo l’indagine EU SILC 2017 sul reddito e le condizioni di vita delle famiglie, circa 650.000 persone in Slovacchia sono a rischio di povertà, vale a dire il 12,4% della popolazione, un livello in lieve calo di 0,3 punti percentuali rispetto all’anno precedente (20 mila persone).

La soglia del rischio di povertà è di circa 360 euro al mese nel caso di famiglie unipersonali, mentre per le famiglie composte da due adulti e due bambini sotto i 14 anni è di 750 euro. Il maggior rischio di povertà per tipologia di famiglia si registra nelle famiglie con 3 e più figli a carico (35,4%) e nelle famiglie monoparentali, i genitori soli con almeno un figlio a carico (37,3%). Rispetto al 2016, il rischio di povertà è in aumento, in particolare nel gruppo di famiglie monoparentali con uno o più figli (+3,7 punti percentuali).

I minori di 18 anni costituiscono la fascia di età più vulnerabile in termini di povertà di reddito (19,9%). Il maggior rischio di povertà è registrato tra i disoccupati (49,5%), un dato in aumento di 1,5 punti percentuali rispetto all’anno precedente.

Va notato che vi sono forti disparità regionali in Slovacchia. Nella regione di Bratislava appena il 4,6% della popolazione è a rischio di povertà, e nelle tre regioni della Slovacchia occidentale il tasso è inferiore alla media nazionale: Trnava (9,8%), Trenčín (7, 7%) e Nitra (12,1%).
La maggior parte delle persone a rischio di povertà si trova nelle regioni di Prešov (18,1%) e Košice (15,5%). Sopra il livello di povertà nazionale è anche la popolazione delle regioni di Zilina (13,7%) e Banská Bystrica (14,2%), nella Slovacchia centrale.

Le statistiche EU SILC forniscono un quadro completo della povertà, dell’esclusione sociale e delle condizioni di vita in Slovacchia. Coinvolgono tutti gli Stati membri (in conformità al regolamento 1177/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’UE) con una metodologia unificata. I dati ottenuti consentono confronti tra la Slovacchia e altri paesi dell’UE, e allo stesso tempo costituiscono la base per analizzare la situazione sociale delle famiglie slovacche.

L’indagine EU SILC 2017 è stata condotta nel mese di aprile e maggio 2017, sotto forma di raccolta di dati tramite questionari nelle case selezionate in modo casuale. 375 ispettori hanno partecipato alla raccolta dei dati, visitando oltre 6.500 famiglie in oltre 360 ​​comuni e città della Slovacchia.

(Fonte Ufficio di Statistica slovacco, riportato da BDE)

Illustr: B.Slovacchia

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.