Consiglio RTVS: nessuna violazione alle regole del servizio pubblico di informazione

Il consiglio di RTVS, l’emittente radiotelevisiva pubblica, ha dichiarato ieri che i principi del servizio pubblico non sono stati violati, e il dipartimento dei notiziari conferma che la piena libertà dei giornalisti nel proprio lavoro. Questa la dichiarazione fatta dal consigliere Jozef Chudik ieri, secondo quanto scrive Tasr, riferendosi ai recenti attriti su discriminazioni e imbavagliamenti riportate da diversi giornalisti da parte della direzione della Radio Televisione della Slovacchia.

Chudik ha dichiarato che la valutazione fatta della situazione nei notiziari di RTVS, basata su un monitoraggio di radio e telegiornali, mostra una tendenza positiva per rendere il servizio più dinamico in prima serata, ma si può anche notare in alcuni casi, in particolare quando ci si occupa di questioni relative al governo, una mancanza di pluralismo delle opinioni. Secondo lui è inammissibile che qualunque informazione sulle intenzioni o sui provvedimenti dell’esecutivo vengano immediatamente criticati da un esperto di una organizzazione non governativa o da membri dell’opposizione, senza dare spazio di replica ai politici della maggioranza.

Secondo il direttore generale di RTVS, Jaroslav Reznik, gli incontri con le redazioni dei notiziari sono piuttosto agitate, ma corrette, e lui ha detto di voler continuare a fare riunioni con i giornalisti allo scopo di «fornire un servizio di notizie imparziale, equilibrato e oggettivo».

Recentemente, alcuni giornalisti di RTVS hanno inviato una lettera aperta alla direzione dell’azienda, accusandola di non volere accettare le opinioni critiche, accennando alla possibile influenza politica nel servizio di notizie. Altri giornalisti hanno pubblicato una lettera con la quale affermando di lavorare in maniera libera e senza pressioni. La commissione parlamentare per i Media e la cultura ha preso in esame la situazione all’interno dell’emittente, e ha raccomandato alla direzione di RTVS di discutere e comunicare la strategia della più grande azienda media del paese in modo più aperto. Si è riconosciuto che una buona parte delle difficoltà sono nate da un conflitto tra i giornalisti e i capi sezione a causa di una comunicazione insufficiente tra le parti.

(Red)

Foto flash.pro cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.