Approvata in Parlamento nuova legislazione antiterrorismo

Con una ampia maggioranza di 106 voti (su un totale di 150 deputati) il Parlamento della Slovacchia ha approvato martedì una nuova normativa di contrasto al terrorismo tramite un emendamento al codice penale che, tra le altre cose, recepisce le norme europee sulle garanzie procedurali per i minori coinvolti in procedimenti penali. Gli interrogatori dei minori indagati o imputati dovranno essere ora registrati in audio e video per assicurare la loro protezione legale.

L’aggiornamento della normativa definisce gli obiettivi del terrorismo come il tentativo di «danneggiare il sistema costituzionale o la capacità difensiva dello Stato, distruggere o perturbare la struttura politica, economica o sociale di base dello Stato o di organizzazioni internazionali, intimidire gravemente la popolazione o costringere il governo o un’altra autorità pubblica o organizzazione internazionale ad agire, omettere o tollerare qualcosa». Criteri che secondo il nuovo concetto dovrebbero aiutare il sistema giudiziario a distinguere i reati di terrorismo.

In origine, la legge includeva l’atto criminale di terrorismo e alcune forme di coinvolgimento nel terrorismo, e la nuova formulazione comprende ulteriori categorie come il reato di attacco terroristico, il reato di alcune forme di coinvolgimento nel terrorismo, il reato di finanziamento di terroristi e un nuovo reato di viaggio a fini di terrorismo.

(Red)

Foto zvjs.sk

1 Commento

  1. Cioe’ tutto puo’ essere considerato terrorismo, dipende solo dal punto di vista. Cosi’, una semplice manifestazione di protesta puo’ essere considerata “terrorismo”. Si da’ troppo spazio alle interpretazioni…

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.