Critiche slovacche agli Usa per l’uscita dall’accordo nucleare con l’Iran

Anche la Slovacchia esprime la sua preoccupazione per la decisione unilaterale del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di ritirarsi dall’accordo sul nucleare firmato con l’Iran dal suo predecessore Barack Obama insiema ad altri paesi nel 2015.

Il sottosegretario di Stato per il ministero degli Affari Esteri slovacco, Ivan Korčok, ha dichiarato ieri che è stato un passo sconsiderato, che annulla oltre due anni di negoziato con Teheran voluto da sette paesi e reintroduce le dure sanzioni esistenti prima dell’accordo. Ora la Slovacchia coordinerà le sue ulteriori azioni con gli altri paesi membri dell’UE per preservare il piano d’azione globale congiunto (JCPOA), chiedendo agli altri paesi coinvolti nell’intesa di continuare a rispettarla. L’Iran ha già annunciato che resterà nell’accordo in cambio della fine delle sanzioni che hanno paralizzato la sua economia.

Korčok ha proseguito dicendo che «Dobbiamo ammettere che purtroppo è un altro di quei casi in cui su una questione sostanziale l’UE e gli USA sono partner strategici e hanno opinioni diverse». In ogni caso, «gli Stati Uniti rimangono il nostro partner strategico e dobbiamo parlare ancora di più l’uno con l’altro».

Anche i principali partiti dell’opposizione slovacca, Libertà e Solidarietà (SaS) e OLaNO, hanno dichiarato il loro rammarico per la risoluzione di Trump. Deputati di SaS hanno diramato una nota nella quale dicono che le sanzioni «porteranno l’Iran al rinnovo dello sviluppo di una bomba nucleare, e le armi e l’odio prenderanno il posto del dialogo». La deputata di OLaNO Veronika Remisova ha osservato che le sanzioni potrebbero danneggiare le società slovacche che hanno recentemente firmato accordi economici in Iran per 100 milioni di euro.

(Red)

Foto AmirSenator CC0
La Torre Azadi a Teheran

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.