Conferenza a Košice: più stretta cooperazione Slovacchia-Cina per la ‘Via della Seta’

Sviluppare una cooperazione più stretta nel campo della logistica e stabilire collegamenti ferroviari più efficaci. Questi gli obiettivi fondamentali individuati da 141 esperti provenienti dalla Cina, dalla Federazione Russa e dall’Ucraina che hanno partecipato la scorsa settimana a una conferenza a Košice sull’iniziativa “One Belt One Road”, conosciuta anche come “Nuova via della seta”. La conferenza, organizzata dal ministero dei Trasporti della Slovacchia e dal “International Coordination and Service Center for Land Bridge Block-Train Programmes” di Pechino e a cui ha partecipato l’ambasciatore Lin Lin, ha preso in esame le opportunità offerte dalla Slovacchia per il transito delle merci, incluso il progetto di un centro logistico per il trasporto ferroviario tra l’Asia e l’Europa da costruirsi nell’est del paese.

I partecipanti alla conferenza hanno visitato i punti di trasferimento ferroviario di Cierna nad Tisou e Dobra (regione di Kosice), che il trasbordo dei carichi su vagoni che possono percorrere le rotaie europee a scartamento standard. Il terminale di Dobra, che attualmente ha una capacità di carico annuale di 200.000 container, potrebbe diventare un importante centro logistico nell’Europa orientale. La regione di Košice offre una capacità di trasporto ferroviario sufficiente tra l’Asia e l’Europa e un servizio ferroviario con una maggiore velocità di trasporto rispetto a Polonia e Ungheria.

Nel corso della conferenza il presidente della Regione Košice, Rastislav Trnka, ha parlato dei risultati della cooperazione tra Slovacchia, governo della Repubblica Popolare Cinese e investitori cinesi per l’attuazione del progetto GLIP (Global Logistics Industrial Park), la cui realizzazione è di grande importanza per lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto nella regione. Il GLIP consentirà di aumentare il volume dei flussi di merci tra l’Asia e l’Europa nel prossimo futuro, rendendo la Slovacchia una porta per la Cina verso l’Europa centrale e creando opportunità commerciali e di business per gli investitori cinesi e nuovi posti di lavoro.

La conferenza si è incentrata anche sulla presentazione degli strumenti finanziari offerti dalla Programma operativo infrastruttura integrata  (OPII è l’acronimo in slovacco) per sostenere l’attuazione dei terminali intermodali a Bratislava – Pálenisko, Košice – Bočiar e Leopoldov – Šulekovo. In termini generali, la nuova rotta commerciale potrebbe essere un’opportunità per la Slovacchia di espandere le opportunità finanziarie e di investimento e favorire lo sviluppo dell’economia nazionale.

(Fonte Buenos días Eslovaquia)


Immagine: BS

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.