EY: il 44% dei dirigenti slovacchi pronto a offrire tangenti

Nell’indagine sulla corruzione e le frodi EY Global Fraud Survey realizzata dalla società globale EY, risulta che il 44% dei manager slovacchi sono disposti a offrire una tangente per vincere una gara o mantenere la loro attività durante una recessione economica, un risultato strabiliante se si considera che la media globale in questa categoria è pari al 13%. Il sondaggio, condotto in 55 paesi del mondo, dimostra anche che otto slovacchi su dieci sono pronti a barare per ottenere un contratto.

Ma l’indagine mostra pure che il 54% dei manager in Slovacchia considera la corruzione come un rischio per la propria impresa, e dunque risultano consapevoli dei rischi di corruzione e frodi e danno importanza a etica ed integrità negli affari. Ma a quanto pare non la mettono in pratica nell’attività di tutti i giorni, tanto che l’82% dei dirigenti slovacchi sarebbe pronto a fare uso di pratiche non etiche come tangenti, regali preziosi o viaggi per ottenere vantaggi. Un vero record di categoria, davanti a Malesia (76%) e Indonesia (74%), mentre la media della regione dell’Europa centro-orientale si ferma al 47%.

(Red)

Foto giocomai cc by nc sa

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.