Premier Pellegrini: Bratislava vuole indire un Summit sulla coesione UE

Nella sua visita a Varsavia, il primo ministro Peter Pellegrini ha informato il suo omologo Morawiecki sulla volontà della Slovacchia di organizzare un “Summit degli Amici UE della coesione” come parte della presidenza slovacca del Gruppo di Visegrad (V4 – Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria), che Bratislava assumerà il primo luglio prossimo. «Invitiamo gli Amici della coesione a Bratislava per discutere del futuro bilancio dell’UE a livello di leader che si siedono al tavolo dei negoziati», un modo secondo lui più proattivo di affrontare le cose, piuttosto che imparare le novità da informazioni trapelate sui media, che «nemmeno siamo in grado di dire se sono reali oppure no», ha dichiarato Pellegrini. Il riferimento è alle notizie pubblicate dal Financial Times riguardo a un nuovo metodo di distribuzione dei fondi europei pensato dalla Commissione UE che dal 2021 ridurrebbe le somme destinate ai nuovi stati membri dell’Europa centro-orientale per favorire di più l’Europa meridionale.

Secondo Pellegrini, la politica di coesione dell’Unione europea dovrebbe continuare a sostenere che «ogni cittadino dell’UE, indipendentemente dal luogo di nascita, abbia uguali condizioni». Fino ad oggi i fondi sono stati distribuiti in base al PIL pro capite delle regioni, e quelle più povere ottenevano di più. Pellegrini sostiene che i soldi dell’UE dovrebbero andare dove ci sono ancora differenze regionali e dove le infrastrutture non sono ancora state completate. Ovviamente, il bilancio dell’UE dopo il 2020 – a seguito della Brexit e con il buco creato dall’uscita della Gran Bretagna – sarà diverso da quelli passati, ma dovrebbe comunque, “essere giusto”.

(Red)

Foto pixabay CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.