Lotta al terrorismo, l’UE vieta le carte d’identità di carta

La misura fa parte di un pacchetto sull’Unione della Sicurezza che si prefigge di combattere terrorismo e reati economici, anche attraverso una maggiore facilità all’accesso dei dati finanziari transfrontalieri di chi commette reati e una limitazione su sostanze chimiche e armi da fuoco. 

Bruxelles – Addio alle carte di identità cartacee, fra due anni saranno ammessi nell’Ue solo documenti con dati biometrici – ovvero immagini del volto e impronte digitali – contenute in un chip. Lo ha deciso la Commissione europea, che martedì a Strasburgo ha presentato un pacchetto di misure per ridurre la libertà d’azione dei terroristi in Europa, dopo gli attacchi degli ultimi due anni.

Ad oggi, ha fatto sapere la Commissione, sono 80 milioni i cittadini europei in possesso di un documento di identità sprovvisto di dati biometrici – che può essere cartaceo, come in Italia, ma anche di plastica, come in tutti gli altri altri paesi.

E dal momento che il sistema di controllo dei confini europei si basa su un sistema di dati biometrici, tale fenomeno può facilmente dar luogo all’uso di documenti falsi o “doppi” e all’ingresso illegali di terroristi nell’Ue. [… ]

Continua a leggere su Eunews.it

Immagine BS

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.