6 giovani italiani su 10 non sono disposti a trasferirsi per lavorare

Il 60% dei giovani disoccupati italiani non è disposto a spostarsi per trovare un impiego. È quanto emerge dagli ultimi dati forniti da Eurostat, in base alle rilevazioni effettuate nell’anno 2016 in merito alla mobilità dei giovani italiani tra i 20 e i 34 anni. Il dato relativo all’Italia è superiore alla media dell’UE (50%), mentre il 98% dei giovani che già lavorano, ha trovato occupazione senza la necessità di cambiare residenza. Si tratta della percentuale più alta tra tutti i Paesi dell’Unione, la cui media è del 90%.

Entrando maggiormente nello specifico, solo il 7% dei giovani disoccupati italiani è disposto a cambiare Paese all’interno dell’Unione per trovare un’occupazione (la media dell’UE è del 12%), ma la percentuale sale al 13% nel caso in cui la destinazione fosse un Paese al di là dei confini dell’Europa. La maggioranza (60%), comunque, non è disposta a lasciare la sua attuale città o l’Italia, indipendentemente dalla destinazione, a conferma di quanto i giovani italiani siano legati fortemente al proprio territorio e ai propri affetti. Il dato, colloca così l’Italia al 6° posto nella graduatoria dell’UE a pari merito con la Polonia e alle spalle di Malta (73%), all’Olanda (69%), a Cipro (68%), alla Romania (63%) e alla Danimarca (62%).

[…]

Continua a leggere su Blogo.it

Foto ftmeade cc by 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.