Sono passati vent’anni dal primo trapianto di cuore in Slovacchia

Lo scorso mercoledì cadeva il 20° anniversario del primo trapianto di cuore eseguito in Slovacchia. Accaddel all’Istituto Nazionale di Malattie Cardiovascolari, dove nella notte tra il 20 e il 21 marzo 1998 un team chirurgico guidato dal professor Viliam Fischer eseguì l’intervento su un uomo slovacco di 58 anni, che visse con il nuovo cuore per 9 anni e mezzo, e quando morì non fu per cause cardiologiche o legate al trapianto.

Il team di cardiotrapianto fu creato, insieme a un programma nazionale di lungo termine di trapianto di cuore, dal prof. Juraj Fabian in quello stesso 1998. Da allora, l’Istituto Nazionale di Malattie Cardiovascolari ha portato a termine con successo altri 310 trapianti di cuore, dodici dei quali hanno riguardato pazienti bambini. Altri 72 slovacchi, secondo i dati in possesso all’Istituto, sono invece stati sottoposti a trapianto all’estero.

Secondo il direttore generale dell’Istituto Nazionale di Malattie Cardiovascolari, Mongi Msolly, in questo momento sono più di cinquanta i pazienti in lista d’attesa per sottoporsi a questa impegnativa procedura.

(Red)


..
Foto: il libro del prof. Viliam Fischer “Il cuore in mano”

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.