UVO: in arrivo entro l’estate la riforma degli appalti pubblici

A seguito di una audizione in commissione parlamentare per l’Economia, il presidente dell’Ufficio appalti pubblici (UVO) Miroslav Hlivak ha parlato delle sue idee per migliorare il funzionamento dell’autorità sulla strada di una riforma degli appalti pubblici. Una misura fondamentale sarà quella di professionalizzare l’intero sistema di approvvigionamento dell’amministrazione pubblica. Questo significa principalmente ridurre gli errori e difetti che oggi inficiano il sistema, e semplificare la legge sugli appalti pubblici diminuendo la complessità di molti processi, ha detto Hlivak. La riforma dovrà “naturalmente” rendere alcune fasi dell’assegnazione di appalti più trasparenti, e migliorare l’efficacia e la professionalità della collaborazione tra UVO e le altre istituzioni statali. Una direzione che dovranno prendere anche gli accordi diretti tra UVO e le diverse istituzioni pubbliche», ha specificato Hlivak.

Il termine professionalità, ha sottolineato, si porta dietro anche una migliore qualità degli appalti pubblici, che quale principio base non dovrebbero avere esclusivamente il prezzo più basso. A suo parere, uno dei criteri da immettere nella legislazione è quello della durata della garanzia e i costi totali del ciclo di vita del prodotto, dei beni o del lavoro.

Hlivak ha spiegato che la modifica alla legge sugli appalti pubblici sarà presentata per la consultazione interministeriale nella seconda metà di aprile, e potrebbe essere approvata dall’esecutivo entro giugno.

(Red)

Foto Wizzard/wiki

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.