Procura speciale: l’indagine sull’omicidio di Kuciak continua intensamente

L’inchiesta sull’omicidio del giornalista Jan Kuciak prosegue intensamente, secondo quanto detto ieri ai media dalla portavoce della Procura speciale Jana Tokolyova. «La cosa principale è trovare e assicurare prove per chiarire il crimine e punire il colpevole. A causa dell’attuale stato dell’inchiesta, non ci è possibile comunicare i fatti che sono noti alle forze dell’ordine, come la data e l’ora della morte, il numero di spari che hanno colpito le vittime, e altri dati analoghi. Quindi non forniremo alcun dettaglio, con lo scopo di impedire di ostacolare o complicare i chiarimenti e l’indagine della questione».

La portavoce ha anche affermato che saranno date ai media informazioni che, ove possibile e in base alle circostanze dell’indagine, non ostacoleranno ulteriori indagini. Riferendosi agli investigatori stranieri che stanno affiancando la polizia slovacca in questa inchiesta, la portavoce ha detto che «i poteri degli organismi stranieri competenti saranno definiti nel prossimo accordo sull’istituzione di una squadra investigativa comune».

Lunedì il procuratore generale Jaromir Ciznar aveva annunciato l’invio di una proposta di accordo con le autorità giudiziarie italiane per indagini comuni sul duplice omicidio di Kuciak e Martina Kusnirova. Un documento che è stato spedito venerdì 16 marzo per il tramite dell’agenzia europea per la cooperazione tra Stati membri Eurojust.

(Red)


Foto Yumi Kimura cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.