Pallavolo femminile, arriva l’allenatore italiano Marco Fenoglio

Da qualche giorno, a guidare la nazionale femminile di pallavolo slovacca è stato chiamato l’allenatore italiano Marco Fenoglio, piemontese, 48 anni da qualche giorno, che ha firmato per due anni con la federazione slovacca (SVF) che da dicembre 2017 ha un nuovo presidente, Martin Krascenic. Per Fenoglio si tratta di un ritorno, dato che  nel periodo 2009-2011 era stato a Bratislava come vice di Emanuele Zanini nella nazionale maschile slovacca. Attualmente Fenoglio è l’allenatore del club Liu Jo Nordmeccanica Modena, che al momento si trova in sesta posizione nel campionato di serie A.

Fenoglio, che succede a Marek Rojko, arriverà in Slovacchia a maggio, quando la squadra incontrerà Repubblica Ceca, Bielorussia e Spagna nella fase a gironi della Golden European League. L’obiettivo primario di Fenoglio sarà la preparazione della squadra per l’edizione 2019 dell’EuroVolley femminile, torneo di cui la Slovacchia ospiterà una parte della prima fase al posto della Repubblica Ceca che ha ceduto l’organizzazione.

Era proprio a fianco di Zanini che Fenoglio aveva iniziato la carriera in panchina nel 1994 come assistente trainer nell’Alpitour Cuneo, poi all’inizio degli anni 2000, alla Gabeca Pallavolo di Monza, insieme a un triennio con Andrea Anastasi in nazionale maschile. Dopo una esperienza come vice allenatore della nazionale tedesca, Fenoglio è passato al volley femminile nel 2005, conquistando subito con la Volley Bergamo scudetto e Coppa Italia, e l’anno successivo la Champions League. Successivamente ha allenato il Chieri Volley, la Fenice Volley Isernia in A2, e poi nel 2009 viene chiamato da Zanini in Slovacchia, e in Italia lavorò in A per Perugia Volley, di nuovo Gabeca, Altotevere di San Giustino e Argos in Serie A2. Nel 2014-2015 vince campionato e coppa nazionale in Germania con il VFB Friedrichshafen, come assistente di Stelian Moculescu, e rientra poi in Italia per guidare a Novara l’AGIL Volley con cui vince lo scudetto nel 2016-2017, passando poi alla River Volley di Piacenza nella stagione successiva, e infine a Modena con le ragazze della Nordmeccanica.

Con i due scudetti, Fenoglio ha anche vinto due volte il titolo di miglior allenatore dell’anno, la seconda nel 2017.

Fenoglio ha detto che quando lo hanno contattato dalla Slovacchia non ha «esitato un secondo. Appena ho saputo da mio procuratore dell’interesse della Federazione Pallavolo slovacca ho detto che volevo tornare». «Ho molti amici in Slovacchia, conosco bene la gente della Federazione, con la quale ho collaborato molto bene [negli anni con Zanini] e quindi ho subito deciso di accettare l’offerta». «Ho dei bei ricordi dal tempo trascorso con la nazionale maschile, e cercherò di fare del mio meglio anche con le ragazze», ha detto il tecnico di Cuneo.

Il nuovo coach della nazionale femminile ha ricordato che il suo nuovo incarico gli ricorda quando Emanuele Zanini divenne allenatore della rappresentanza maschile della Slovacchia. «Abbiamo iniziato a zero, ma abbiamo lavorato duro verso il successo».

Il presidente della Federazione slovacca, Martin Krascenic, ha detto che il nome di Fenoglio «va di pari passo con il successo. Sappiamo che ha bisogno di tempo per conoscere la squadra, e dopo fisseremo i nostri obiettivi».

(La Redazione)

Foto svf.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.