A febbraio la disoccupazione scesa al 5,7%

Nel mese di febbraio il tasso di disoccupazione in Slovacchia si è ridotto al 5,72%, con un ribasso di 0,16 punti percentuali su base mensile e del 2,67% in confronto al febbraio 2017. I dati, comunicati questa mattina dal direttore del Centro nazionale per il Lavoro (UPSVaR) in conferenza stampa, mostrano che le persone che cercano lavoro erano 158.444 in febbraio, in calo di 70.221 su base annua ma in aumento di 4.631 rispetto al mese precedente. Il tasso calcolato invece per il numero totale di persone disoccupate iscritte nei registri degli uffici del lavoro ha raggiunto il 6,97%, giù di 0,15 punti percentuali sul mese di gennaio e del 2,83% sul 2017.

In tutte e otto le regioni slovacche si sono registrate diminuzioni della disoccupazione a febbraio, con i cali più significativi nelle regioni di Banska Bystrica e Zilina. I senza lavoro sono diminuiti in 75 distretti (su 79).
Secondo il segretario di Stato al ministero del Lavoro Branislav Ondrus, il risultato di febbraio è un record, favorito dalle misure adottate dal governo per rilanciare uno sviluppo positivo della situazione occupazionale, ad esempio nei confronti dei laureati, le cui iscrizioni nelle liste degli uffici di collocamento sono scese dalle 8.369 del giugno 2017 alle 1.498 della fine di febbraio, segnando un calo dell’82%, mentre per i diplomati la flessione è stata del 40%.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.