Venerdì marce commemorative in molte città per Kuciak e Kusnirova

Venerdì 2 marzo, a partire da piazza Hviezdoslav alle 17:00, si terrà a Bratislava una marcia commemorativa in memoria di Jan Kuciak e Martina Kusnirova. L’evento è organizzato da Peter Nagy e Katarina Nagy Pazmany, che conoscevano personalmente Kuciak. «Non possiamo accettare in silenzio il fatto che un giornalista investigativo e la sua fidanzata siano stati assassinati. Non possiamo rimanere in silenzio come cittadini, come giornalisti e come persone attive nel terzo settore, nonché come persone che amano la Slovacchia e ha la convinzione che la Slovacchia abbia le carte in regola per essere un paese buono e dignitoso in cui tali eventi non avvengono», ha dichiarato Peter Nagy secondo Tasr. Per la marcia si attiveranno anche gli studenti e i volontari che hanno organizzato la Grande marcia anticorruzione, che da tempo chiedono le dimissioni del ministro degli Interni Robert Kalinak e del capo della polizia Tibor Gaspar per non avere agito contro la corruzione su cui vive il governo stesso.

La marcia, intitolata ” Non vogliamo tornare agli anni ’90!”, con riferimento agli anni bui di Meciar in cui malavita e governo sembravano andare d’amore e d’accordo, era stata calendarizzata per il 13 marzo sempre a Bratislava, ma è stata anticipata. Gli organizzatori chiedono che oltre all’omicidio di Kuciak vengano fatte indagini complete anche sui casi di sospetta frode fiscale di Marian Kočner e Ladislav Bašternák, su cui Kuciak aveva scritto a lungo.

All’evento hanno già aderito numerosi giornalisti di primo piano, direttore e caporedattori di giornali quotidiani e il capo dell’organizzazione internazionale Reporters Without Borders.

Marce simili sono già state programmate in diverse città, tra cui Martin, Banska Bystrica, Kosice, Presov, Pezinok, Trencin, Puchov,  e poi Praga e Brno in Repubblica Ceca, e infine Londra, Aberdeen, Stoccolma.

Nel frattempo, oggi l’opposizione ha iniziato una nuova iniziativa la sfiducia al ministro degli Interni Robert Kalinak (Smer-SD) e le dimissioni del capo della polizia Tibor Gaspar.

(Red)

 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.