Pravda: lo Stato ricaverebbe di più dai pedaggi dei camion senza il sistema eMyto

Un articolo pubblicato qualche giorno fa sul sito del quotidiano Pravda affermava che il sistema di pedaggio elettronico per i mezzi pesanti che usano autostrade e strade di prima categoria è uno svantaggio per lo Stato, che incasserebbe di più con le vecchie vignette adesive.

Nel 2017 gli automezzi di peso superiore a 35 quintali hanno pagato globalmente 201,1 milioni di euro per viaggiare sulle strade a pedaggio, il 4% in più dell’anno prima, quasi la metà (il 45%) a carico di camion stranieri, provenienti soprattutto dai paesi confinanti – Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria.

Lo Stato, però, godrebbe di maggiori entrate senza il sistema elettronico eMyto, in vigore dal 2010: nel periodo 2010-2014 le entrate nelle casse pubbliche dai pedaggi dei mezzi pesanti sono state pari ad appena il 26% del totale degli introiti della società che lo gestisce, SkyToll, che si tiene il resto per coprire i costi del sistema. Il giornale critica il primo governo di Robert Fico per aver scelto nella gara internazionale proprio la società SkyToll, del gruppo J&T (oggi venduta al gestore dei pedaggi cechi), escludendo le tre offerte più economiche, tra cui una cordata italiana.

(Red)

Foto highwaysagency cc by

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.